Ad Expo la festa della frutta e della verdura

Domani 28 giugno all’Esposizione Universale, e in contemporanea in moltissime regioni italiane, Coldiretti celebrerà la “festa della frutta e della verdura”

Frutta e verdura protagoniste all’Expo. Domani 28 giugno all’Esposizione Universale, e in contemporanea in moltissime regioni italiane, si celebrerà la “festa della frutta e della verdura”, con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica verso un stile alimentare più sano.

Una giornata dedicata anche al primato italiano nella produzione ortofrutticola in Europa: secondo i dati del primo Rapporto Nomisma - Unaproa sulla Competitività del Settore Ortofrutticolo Nazionale, pubblicato lo scorso aprile, il nostro Paese, infatti, è al primo posto per quanto riguarda il valore della produzione di verdura (20% del totale UE) e di frutta (20%).

Nonostante questi risultati, lo studio evidenzia un dato allarmante: gli italiani mangiano poca frutta e verdura. I consumi ortofrutticoli sono scesi del 15% tra il 2007 e il 2013, con un consumo pro capite che nel 2014 si attesta a 130,6 kg, equivalenti a non più di 360 grammi al giorno (nel 2000 la quantità consumata era superiore ai 400 grammi per 148,2 kg annui). Dato che preoccupa soprattutto l’Istituto Superiore di Sanità visto che molte malattie derivano proprio dalla mancata assunzione di frutta e verdura.

Proprio per questo è fondamentale educare e sensibilizzare alla conoscenza e ad un uso maggiore di questi importanti elementi, soprattutto i più giovani.
Coldiretti è il soggetto maggiormente attivo in questi festeggiamenti. Tante le iniziative in programma: l’appuntamento principale è alle 10,00 al padiglione “No farmers no party” alla presenza di migliaia di agricoltori, al Ministro Maurizio Martina e al presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo che presenterà lo studio della Coldiretti sull’andamento dei consumi ortofrutticoli. Ma l’evento coinvolgerà anche moltissime nazioni partecipanti all’Expo presenteranno i loro prodotti della terra.

Ma in tutto lo Stivale di svolgeranno azioni di solidarietà da parte degli agricoltori a favore dei più bisognosi: come si legge nel sito della Coldiretti, a Milano, presso la Stazione Centrale, verrà distribuita frutta ai più bisognosi; a Torino presso il Sermig (Servizio Missionario Giovani) saranno regalate pesche ai poveri e ai ragazzi disagiati; a Bologna, presso l’Opera padre Marella, associazione che gestisce case di accoglienza, comunità e mense per bisognosi, alle saranno consegnate pesche e nettarine; ma anche a Crotone dove nel Piazzale della Stazione, la Coldiretti Calabria distribuirà frutta di stagione agli immigrati che vivono nei pressi dello scalo ferroviario. E queste solo per citarne alcune, ma molte altre sono le iniziative lungo tutta la Penisola.