5 Marzo 2013
Redazione
ALIMENTAZIONE
5 Marzo 2013
Redazione

Oxfam Italia scopre il marchio

Cosa c'è dietro la produzione dei grandi brand del cibo? Nasce la pagella che valuta le politiche agricole e ambientali delle maggiori aziende alimentari. Le Grandi Sorelle del cibo fanno ancora troppo poco per tutelare i produttori e il pianeta. I consumatori possono fare la differenza

Oxfam Italia lancia l’iniziativa Scopri il Marchio, nell’ambito della sua campagna COLTIVA: il cibo, la vita, il pianeta, nata per costruire un mondo in cui venga soddisfatto il fabbisogno alimentare di tutti.

Secondo il Rapporto SOFI 2012 (The State of Food Insecurity in the World), infatti, sono 870 milioni le persone che soffrono la fame. Uno su otto è senza nutrimento, mentre, paradossalmente, attualmente nel mondo si produce più cibo che mai. Un insensato scandalo a cui Oxfam vuole porre fine. In tale contesto, le grandi compagnie dell’alimentare hanno un'influenza enorme. Le loro politiche orientano sia il modo in cui il cibo viene prodotto sia l’uso delle risorse e possono condizionare la vita di milioni di persone alla base della loro filiera di produzione.

La proposta Scopri il Marchio di Oxfam vuole informare i consumatori sul modo in cui le Dieci Grandi Sorelle dell’alimentare forniscono quello che mangiamo ogni giorno. A partire da informazioni di dominio pubblico, Oxfam ha dato vita a una pagella in cui vengono valutate le politiche agricole delle aziende alimentari con il maggiore fatturato complessivo a livello mondiale, secondo la classifica annuale di Forbes 2000.

Sinteticamente, la scheda di valutazione risponde alla domanda "Cosa fanno i big dell’alimentare per migliorare le loro filiere produttive"?
La risposta è focalizzata sulla valutazione di sette temi: trasparenza aziendale; trattamento delle Donne che lavorano nella filiera produttiva; diritti dei Braccianti agricoli nella filiera produttiva; trattamento economico e commerciale dei piccoli produttori agricoli; terra, diritti d'accesso alla terra e uso sostenibile; acqua, diritti e accesso alle risorse idriche e uso sostenibile e cambiamento climatico,con riferimento non solo alla riduzione delle emissioni di gas serra ma anche all’ aiuto che gli agricoltori dovrebbero ricevere per l’adattamento alle mutazioni del clima.

Tutti, nessuno escluso, devono fare di più per tutelare i produttori di cibo, le loro famiglie e il pianeta; per dare vita ad un mondo in cui nessuno debba più soffrire la fame.

Cosa possiamo fare noi?
Comportarci da consumatori consapevoli e compiere scelte responsabili e attente ai valori delle compagnie proprietarie dei marchi che acquistiamo. Come vengono trattati i lavoratori della sua filiera? I diritti delle lavoratrici donne sono garantiti? Che uso viene fatto della terra e dell’acqua? Se il modo in cui una compagnia tratta questi temi non è soddisfacente, Oxfam invita i consumatori a farsi sentire contattando direttamente le aziende e a diffondere la campagna via Facebook, Twitter o You Tube.
Dunque, non c’è più tempo da perdere.

 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014