7 Novembre 2017
Dario Caputo
ALIMENTAZIONE
7 Novembre 2017
Dario Caputo

#inaccettabile. La campagna per aiutare il Madagascar ad uscire dalla fame

Dal 5 al 26 novembre è possibile inviare un sms o fare una chiamata da rete fissa al numero 45546 per aiutare l’organizzazione umanitaria “Azione contro la Fame” nel suo progetto di informazione sulla malnutrizione

#inaccettabile: è questa la campagna di informazione e sensibilizzazione lanciata dall’Organizzazione umanitaria internazionale “Azione contro la Fame”, che da oltre 40 anni è impegnata nella lotta contro le cause e le conseguenze della malnutrizione. Ha salvato la vita a molti bambini malnutriti in 50 Pesi del mondo assicurando acqua potabile, cibo, cure mediche e formazione, dando così la possibilità a intere comunità di vivere finalmente senza il terrore della fame. La campagna #inaccettabile, si inserisce all’interno del progetto PASAN (Projet d'Accompagnement Social et d'Appui Nutritionnel) che si prende cura dei bambini malnutriti di età compresa tra i 6 mesi e i 5 anni, garantendo non solo un supporto nutrizionale che è di fondamentale importanza, ma anche un sostegno medico e psicologico. L’obiettivo principale è quello di intervenire sull’intero nucleo familiare del bambino malnutrito, soffermandosi soprattutto sulle donne incinte o che stanno allattando; l’intervento prevede dei laboratori alimentari e informazioni mediche in merito a quali possano essere i bisogni dei figli e i rischi nello sviluppo associati alla malnutrizione. L’attore Ettore Bassi ha deciso di appoggiare l’iniziativa e lo scorso maggio  ha visitato personalmente il progetto PASAN diventando protagonista di un video reportage che documenta le attività di cura svolte dall’organizzazione a favore dei bambini malnutriti.

 

 

 “Azione contro la Fame” ha deciso di sostenere con questa campagna, attiva dal 5 al 26 novembre, il Mdagascar, uno dei Paesi più poveri al mondo che si piazza al 158° posto su 187 nella classifica Human development Index 2016. Ad Antananarivo, capitale del Madagascar, la malnutrizione infantile è una vera e propria piaga sociale:  il 56,5% dei bambini infatti soffre di malnutrizione cronica e il 4% di malnutrizione acuta. Per aiutare l’intera popolazione, durante l’intero periodo della campagna, sarà possibile mandare un sms o fare una chiamata da rete fissa al numero solidale 45546 e donare 2 o 5 euro. Si provvederà anche alla realizzazione di attività di formazione e sensibilizzazione condotte dallo staff di Azione contro la Fame nelle scuole medie italiane in vista dell’iniziativa Corsa contro la Fame, creata per la prima volta in Francia nel 1997. L’evento unisce didattica, sport e solidarietà, coinvolgendo oltre 1.700 scuole e 400.000 studenti di tutto il mondo. “Corsa contro la Fame” è arrivata in Italia da circa tre anni e per la sua quarta edizione che si terrà nel 2018, mira a coinvolgere 100 scuole e 25.000 studenti su tutto il territorio nazionale.

 

Ciò a cui aspira l’organizzazione umanitaria è non solo eliminare la fame nel mondo intervenendo direttamente sul campo ma anche aumentare la consapevolezza dei giovani sulle cause della malnutrizione del mondo e soprattutto sulle possibili soluzioni da adottare per ridurre il problema; tutto ciò viene fatto attraverso progetti didattico-solidali rivolti ai più giovani.  Nel mondo infatti, ogni anno muoiono per malnutrizione 3 milioni di bambini; un dato da brividi se si pensa che esistono delle soluzioni a basso costo per evitarlo come i cibi terapeutici pronti all’utilizzo. Si tratta di alimenti a base di burro di arachidi, che hanno un costo di 0.25 centesimi a confezione, dall’alto valore nutritivo in grado di rimettere rapidamente in salute i bambini malnutriti. Purtroppo però solo il 20% dei bambini riesce ad accedere a questa terapia nutrizionale.

 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014