22 Novembre 2013
CAMBIAMENTO CLIMATICO
22 Novembre 2013

Bologna, città pilota nella sfida al cambiamento climatico

Nel capoluogo emiliano-romagnolo il 26 novembre prende avvio il processo partecipato LIFE+ BLUE AP: tutta la società civile e chiamata a prenderne parte

Nessuno è dispensato. Agricoltura, industria e servizi, settore civile: il cambiamento climatico coinvolge tutti gli ambiti delle attività umane e il piano di adattamento riguarda tutta la società civile. Per questo i rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni di categoria presenti sul territorio, le associazioni ambientaliste e dei consumatori, imprese e cittadini, insomma tutti sono invitati a partecipare al processo partecipato, organizzato nell’ambito del progetto LIFE+ BLUE AP-Bologna città resiliente (LIFE11 ENV/IT/119), che prenderà il via a Bologna il 26 novembre 2013 (l’incontro si svolgerà presso la Sala del quartiere Santo Stefano, in via Santo Stefano 119, dalle 17 alle 19) .
Obiettivo dell’incontro sarà illustrare le principali criticità presenti a livello locale, ovvero gli effetti del cambiamento climatico già in atto sul territorio e ben individuati nell’ambito del progetto - coordinato dal Comune di Bologna, e sviluppato da Kyoto Club, Ambiente Italia e ARPA Emilia Romagna - che permetterà di definire, a luglio 2014, il Piano di adattamento al cambiamento climatico per la città.
Dopo questa prima fase, particolarmente dedicata a tre incontri tematici sul Settore agricolo, sul Settore civile e sul settore industriale e dei servizi, dal gennaio 2014 avrà inizio una seconda fase. Grazie a 3 focus group intersettoriali, ci sarà un approfondimento su specifici aspetti relativi agli effetti del cambiamenti climatico, con l’obiettivo di definire delle misure utili all’attuazione del Piano di adattamento. La terza fase, poi, che inizierà a marzo 2014, avrà l’obiettivo di identificare 6 progetti pilota, che renderanno la città meno vulnerabile al mutamento climatico e saranno realizzati a livello locale e in collaborazione con enti e imprese presenti sul territorio.
Scopo del processo partecipativo è trasmettere le conoscenze, ma anche, e soprattutto, raccogliere proposte e idee progettuali utili alla definizione del Piano di adattamento. Il lavoro di pianificazione e sperimentazione, svolto con BLUE AP nella città di Bologna, permetterà anche l’individuazione di linee guida per la definizione di analoghi Piani di Adattamento, che potranno essere adottati da tutte le città italiane di medie dimensioni.  Bologna sarà quindi la città-pilota che, per prima in Italia, avrà gli strumenti per affrontare la sfida del cambiamento climatico, ritenuta ormai una priorità a livello europeo e nazionale.
Per partecipare all’incontro si prega di inviare una e-mail a: ambientecomune@comune.bologna.it

**
 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014