16 Settembre 2016
Gabriele Renzi
CAMBIAMENTO CLIMATICO
16 Settembre 2016
Gabriele Renzi

Ghiacci artici ai minimi. Peggio di così solo nel 2012

Il secondo peggior risultato dall'ingresso delle rilevazioni satellitari. Nei primi giorni di settembre persi oltre 34.000 chilometri quadrati di ghiaccio al giorno

Lo scorso dieci settembre il ghiaccio del Mar Glaciale Artico artico ha raggiunto la sua estensione minima stagionale con 4,14 milioni di chilometri quadrati. Lo hanno rivelato i ricercatori dell’NSIDC - National Snow and Ice Data Center - del  Colorado.

I dati satellitari evidenziano ampie zone di mare aperto nel mare di Beaufort e nel mare dei Ciukci nel versante nord americano della zona artica e, dall’altra parte, nel mare di Laptev e nel mare della Siberia orientale; tutte zone tradizionalmente coperte dai ghiacci.

 

Il dato è analogo a quello rilevato nel 2007 ed è il secondo peggior risultato da quando sono cominciate le rilevazioni satellitari dei ghiacciai artici, 37 anni fa; solo nel 2012 i ghiacci avevano raggiunto un estensione minore (3,4 milioni di chilometri quadrati).
Il dato è ancora preliminare e potrebbe essere corretto nelle prossime settimane, comunque al ribasso, ma è già sufficiente a far suonare l’ennesimo campanello d’allarme.
 
 
Nella stagione estiva i ghiacci dell’Artico subiscono una naturale erosione, ma è il ritmo tenuto nei primi giorni di Settembre a risultare anomalo. Nella prima decade di settembre, infatti, l'Artico ha perso in media 34.110 chilometri quadrati di ghiaccio al giorno, una superficie grande due volte il Lazio e dieci la Val d’Aosta; un ritmo molto alto rispetto alla media registrata nello stesso periodo nel trentennio 1981-2010 (21.000 chilometri quadrati), addirittura superiore all’Annus Horribilis 2012 (19.000 chilometri quadrati)

 
"Anche se non abbiamo stabilito un nuovo record si conferma la tendenza generale al ribasso e non ci sono segnali di miglioramento.  L’Artico rappresenta un sistema di allarme per i cambiamenti climatici e questo dato lo conferma.”
Queste le dichiarazioni del direttore dell’ NSIDC Mark Serreze riprese dal Guardian che riporta anche l’opinione dello stesso Serreze che non sarebbe sorpreso di trovare un’Artico sostanzialmente senza ghiaccio nell’estate 2030.
Speriamo si sbagli

 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014