16 Maggio 2013
Diego De Cicco
CAMBIAMENTO CLIMATICO
16 Maggio 2013
Diego De Cicco

La febbre della Terra porta i poli a spostarsi sempre più velocemente

Gli scienziati dell’Università americana di Austin certificano che dal 2005 è aumentata la velocità di spostamento dei poli ed è cambiata la traiettoria. La causa è il riscaldamento della temperatura

 

L’ Università di Austin in Texas, ha pubblicato uno studio sulla rivista Geophysical Research Letters, dove afferma che i Poli terrestri si sono spostati di alcuni centimetri.  Questo slittamento, che secondo gli scienziati potrebbe accentuarsi in futuro, sarebbe dovuto principalmente ai cambiamenti climatici ai quali la Terra è sottoposta.

 Dal 1985 al 2005, il polo Nord si è spostato in direzione sudest verso le coste della penisola canadese del Labrador, alla velocità di 2 milliarcosecondi l’anno, ovvero sei centimetri l'anno. A partire dal 2005 l’andamento è notevolmente aumentato arrivando a raggiungere i 7 milliarcosecondi l’anno. L’aumento della velocità di spostamento è stato ottenuto grazie alle misure del satellite Grace della Nasa, che ha registrato anche una variazione della traiettoria, non più sudest ma est.

Un cambiamento simile è stato osservato anche per il polo sud, e le ricerche hanno certificato che lo scioglimento dei ghiacciai, con conseguente innalzamento delle acque, è il responsabile di questo spostamento dei poli per addirittura il 90%.

 Il sito Scientific American ritiene che la misura certificata può essere  usata anche al contrario, ovvero, calcolando quanto si spostano i poli si può ottenere con ancor maggiore precisione la misura della perdita dei ghiacci sul pianeta.

Fatto sta che questo è un altro elemento importante a conferma, che mostra gli effetti concreti, di quella che possiamo definire come una vera “febbre” per la Terra.

(fonte: repubblica.it)

 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014