CAMBIAMENTO CLIMATICO
12 Giugno 2015

WED 2015: Istituzioni, Imprese e Società Civile verso un impegno condiviso per la Sostenibilità

Earth Day Italia, in collaborazione con il Ministero dell'Ambiente e con il sostegno di Engineering,conclude le celebrazioni della Giornata Mondiale dell’Ambiente con un momento di confronto volto a coinvolgere istituzioni, imprese, media e società civile

Un momento di riflessione sui principali avvenimenti ambientali dell’ultimo anno e un premio giornalistico per puntare i riflettori sulla centralità della buona informazione e sensibilizzare alla tutela del Pianeta: con questo spirito Earth Day Italia, in collaborazione con il Ministero dell'Ambiente e con il sostegno di Engineering,conclude le celebrazioni per la 43esima Giornata Mondiale dell’Ambiente delle Nazioni Unite con un momento di confronto volto a coinvolgere istituzioni, imprese, media e società civile.

Stamattina, infatti, presso l’Auditorium del Ministero dell’Ambiente, si è svolto l’incontro “Istituzioni, Imprese e Società Civile verso un impegno condiviso per la Sostenibilità”. Tenere alta l'attenzione sulle dinamiche ambientali che condizionano l'Italia e il Pianeta, accendere i riflettori sui meccanismi di informazione strategici per diffondere una nuova cultura ambientale che può condurre al cambiamento: sono stati questi gli obiettivi che hanno caratterizzato l’evento.

La mattinata è stata ricca di contenuti.
“Earth Day Italia – ha affermato nel suo intervento Pierluigi Sassi, Presidente di Earth Day Italiachiude le celebrazioni della Giornata Mondiale dell’Ambiente invitando tutto il Paese a riflettere e tutti i mezzi di comunicazione di massa a rendersi protagonisti di un cambiamento tanto urgente quanto inevitabile. Il Pianeta è alle soglie del collasso - ha puntualizzato - e questo 2015 passerà alla storia come l’anno dell’ambiente per eccellenza. Mai come prima infatti la società globale ha mostrato un’attenzione così forte ai temi ambientali e spinta così evidente al cambiamento. Da giugno a dicembre, dall’Enciclica di Papa Francesco alla Conferenza sul Clima di Parigi, l’umanità si giocherà le sorti del suo insostituibile ecosistema. Noi lavoriamo perché vinca il buon senso e perché si lavori tutti insieme - Pubblico, Privato e Società Civile - per individuare percorsi di Sviluppo Sostenibile che restituiscano piena dignità all’Uomo e pieno rispetto al suo unico Pianeta”.

Il Ministero dell’Ambiente, attraverso l’intervento di Paolo Angelini, Presidente del Comitato Permanente della Convenzione delle Alpi, ha evidenziato l’impegno profuso all’Expo assieme a numerose organizzazioni internazionali – tra le quali Unep, FAO, Convenzione delle Alpi, Convenzione dei Carpazi – al fine di promuovere l’impegno globale per una maggiore tutela dell’ecosistema e della sicurezza alimentare. Non per altro ieri si è conclusa all’Expo la Mountain Week, l’evento organizzato dal Ministero dell’Ambiente- Convenzione delle Alpi, dedicato alle montagne e al loro contributo sulle tematiche Expo. Come ha evidenziato Angelini, sono tante le aziende agrarie presenti nei territori di montagna. Queste non solo contribuiscono alla crescita economica del Paese ma, con il loro operato, tutelano anche la biodiversità.

Orazio Viele - Direzione Generale Tecnica, Ricerca e Innovazione di Engineering, ha mostrato, invece, scenari strategici di modernizzazione verso cui l’Italia si sta avviando grazie all’impegno delle imprese.

Earth Day Italia si è fatta promotrice di una riflessione puntuale sui principali avvenimenti ambientali emersi sui media nel lasso di tempo tra l’Earth Day 2014 e l’Earth Day 2015. Ad offrirne l'occasione il premio giornalistico e foto giornalistico ‘Reporter per la Terra 2015’ rivolto a giornalisti e fotografi che meglio sono stati in grado di sensibilizzare l’opinione pubblica alla tutela del Pianeta in questo anno. I vincitori – Rosy Battaglia, Emanuele Bompan e Sergio Ferraris (tutti ex aequo) per la sezione giornalistica e Federico Bernini per la sezione fotografica – sono stati votati – tra una rosa di reporter e fotoreporter selezionati dall’osservatorio scientifico di Earth Day Italia – da una giuria composta da membri di spicco del mondo giornalistico, delle Istituzioni e della società civile (Gian Luca Galletti - Ministro Ambiente; Mario Morcellini - Prorettore alla Comunicazione Istituzionale, Sapienza Università di Roma; Luigi Contu - Direttore ANSA; Marco Tarquinio - Direttore Avvenire; Pierfrancesco De Robertis - Direttore La Nazione; Flavio Mucciante - Direttore Radio Uno Rai; Luisa Todini - Presidente Poste).

Oltre ai premi di rito, Ministero dell’Ambiente, Engineering ed Earth Day Italia hanno voluto realizzare alcuni gesti significativi: così ai vincitori del premio è stata offerta anche un pizzico di immortalità in uno dei luoghi più belli della Città Eterna. D’intesa con la Sovrintendenza Capitolina infatti Earth Day Italia realizzerà azioni di arredo urbano a Villa Borghese affiancando ad alberi e panchine donate da Engineering una targa riportante i nomi dei Reporter per la Terra 2015; allo stesso tempo i sette giurati hanno selezionato altrettanti giovani giornalisti a cui verrà data una borsa lavoro per realizzare reportage giornalistici a sfondo ambientale.

Una menzione speciale è stato conferita a Marcello Masi per il programma “I Signori del Vino”. A consegnarlo il Ministro Galletti che, con un il suo intervento ha concluso l’evento. Un intervento al sapore di sfida, quello del Ministro che ha affermato come “non mi sento completamente soddisfatto” di come l’informazione ambientale viene affrontata dai quotidiani cartacei e dalle tv. C’è un provincialismo fortissimo verso i temi ambientali e io vengo chiamato solo in occasione di una disgrazia”. Se l’ambiente è uno degli elementi su cui dovremmo fare i conti in futuro, diamo, allora, più visibilità alla problematica ambientale.”

**
 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014