Energia, 15 consigli per risparmiare quasi mille euro all'anno

Lo spreco di elettricità ha conseguenze sull’ambiente e sul portafoglio. Ecco allora la proposta di un “Salvadanaio Salvapianeta” per tagliare i costi 

Dalla rubrica Smart City realizzata in collaborazione con ToDay.it

Quante volte a fine mese capita di ritrovarsi con la bolletta dell’energia elettrica tra le mani e, calcolatrice alla mano, i conti non tornano mai? Negli ultimi anni l’importo da pagare, qualunque sia il fornitore che ha promesso magiche offerte, è notevolmente lievitato. Per tutti. Ecco perché il libro del fisico Andrea Mameli, - edito dalla casa editrice Scienza Express - ‘Manuale di sopravvivenza energetica. Come consumare meglio ed essere felici’ di sicuro non passa inosservato. Raccoglie alcuni consigli utili per tagliare i costi dell'elettricità ed evitare gli sprechi e ci insegna che facendo scelte giuste è possibile risparmiare e tutelare ambientale.

La copertina attira il lettore per una postilla decisamente allettante: “Con questo libro risparmi mille euro all’anno!”. Niente male, vero? Allora, posata la nemica calcolatrice si ripone speranza nell'autore, Andrea Mameli, un fisico e ricercatore di origini sarde che ci regala alcuno consigli (suggeriti proprio da una nota azienda fornitrice di gas ed energia) per riempire quello che lui definisce Salvadanaio Salvapianeta.

Ecco 15 scelte a costo zero:
1. Non lasciate elettrodomestici in stand-by (50€ l'anno). Usate ciabatte con interruttore e vi semplificherete la vita
2. Usate lampadine a basso consumo: tre lampadine a fluorescenza da 20W al posto di tre a incandescenza da 100W (45€ l’anno). Sostituite solo quelle di ambienti che rimangono accese a lungo
3. Installate i riduttori di flusso nei rubinetti (45€ l’anno). E preferite la doccia al bagno, con quest’ultimo si consuma il triplo dei litri di acqua
4. Usate la lavatrice non oltre i 60 gradi perché un lavaggio a 90 gradi consuma quasi il doppio e avviatela sempre a pieno carico (20€ l’anno)
5. Accendete la lavastoviglie solo a pieno carico (20€ l’anno) e non fate uso dell’asciugatura della lavastoviglie tramite l’apposito tasto che esclude l’asciugatura o aprendo lo sportello una volta terminato il lavaggio (30€ l’anno)
6. D’inverno, riducete il riscaldamento anche solo di due gradi e risparmierete dal 10 al 20 per cento dell’energia necessaria (130€ l’anno). E non coprite i termosifoni con tende o mobili
7. D’estate, limitate l’uso del condizionatore d’aria non impostandolo a temperature troppo basse: 24-26 gradi sono sufficienti per contrastare il caldo (60€ l’anno)
8. In auto, mantenete il climatizzatore a una temperatura non troppo bassa d’estate e spegnetelo poco prima di scendere (55€ l’anno) A basse velocità conviene tenere i finestrini aperti, ma al di sopra degli 80 km/h l’aria condizionata è il modo più conveniente.
9. Limitate la velocità in autostrada: restare sotto i 110 km/h vi fa perdere solo otto minuti in più su un tragitto di 100 chilometri (55€ l’anno)
10. Mantenete un’andatura regolare in città, niente accelerazioni brusche e prevenite i rallentamenti
11. Quando le condizioni lo consentono, usate le marce alte (40€ l’anno)
12. Evitate di riscaldare il motore se l’auto è ferma (24€ l’anno). I motori moderni consumano circa 0,5 litri di carburante l’ora anche quando sono in folle, perciò spegnete il motore in caso di fermate superiori a due minuti
13. Mantenete gli pneumatici alla pressione corretta (60€ l’anno). Se la pressione è inferiore al livello ottimale, i consumi di carburante aumentano tra il 2% e il 4% per via della maggiore resistenza al rotolamento con conseguente spreco di energia.
14. Controllate la pressione dei pneumatici almeno una volta al mese. Se possibile sceglieteli fuel saver (80€ l’anno)
15. Non modificate l’aerodinamica dell’auto con oggetti sul tetto che causano resistenza all’aria. (10€ l’anno)

LEGGI L’ARTICOLO SU TODAY