13 Novembre 2017
Dario Caputo
CICLO DEI RIFIUTI
13 Novembre 2017
Dario Caputo

18° Premio “La Città Verde”: ecco i comuni che hanno vinto la battaglia dell’organico

Incrementare il patrimonio del verde pubblico attraverso interventi di nuova costruzione e di riqualificazione: questo l’obiettivo dell’iniziativa “La Città Verde” che ha visto trionfare alcuni comuni in provincia di Latina, Verona, Milano e Genova.

Il Consorzio Italiano Compostatori (CIC), ad Ecomondo,  ha premiato il comune più organico; il tutto è avvenuto nel corso del 18° Premio “La Città Verde”, organizzato dalla casa editrice Il Verde Editoriale di Milano, e il riconoscimento è stato dato a tutte quelle amministrazioni comunali che hanno attuato sul territorio una politica non solo informativa, ma soprattutto operativa, sulla filiera riduzione-recupero-riciclo dei rifiuti e sulla valorizzazione dei rifiuti biodegradabili e compostabili. Ad essersi aggiudicato il premio sono stati i comuni di Bassiano (Lt), Sommacampagna (Vr), Pioltello (Mi) e Sestri Levante (Ge); alla CEM Ambiente Spa è stato invece conferito un premio speciale; la società, a totale capitale pubblico che gestisce il sistema di raccolta dei rifiuti per 59 comuni situati nelle Province di Milano, Monza Brianza e Lodi, si è attivata molto nel monitorare la qualità dell’organico dalla fase di raccolta fino all’avvio presso impianti di compostaggio e di produzione di biogas. Ha promosso inoltre l’impiego di diverse tipologie di prodotti riutilizzabili, dalle stoviglie presso le mense comunali ai distributori dell’acqua pubblica.

Per decretare il vincitore sono stati valutati diversi parametri che hanno preso in considerazione la modalità di gestione dei rifiuti organici: nello specifico cosa hanno fatto i comuni per favorire la comunicazione e la sensibilizzazione sul “progetto” riduzione-recupero-riciclo coinvolgendo anche gli alunni nelle scuole. Altri fattori sono stati l’incentivazione del compostaggio domestico e della raccolta differenziata degli scarti verdi, il monitoraggio del rifiuto organico raccolto, la riduzione dello spreco alimentare, la diffusione del green public procurement e l’impiego del compost.

Ogni comune è stato premiato per un'eccellenza: a Bassiano ad esempio è stato riconosciuto l’impegno di aver avviato la raccolta differenziata porta a porta all’interno del centro storico, dove l’accesso ai mezzi deputati alla raccolta è comunque limitato. Il risultato è stato raggiunto però grazie ad una efficace campagna comunicativa che ha permesso di promuovere anche l’impiego di compost nella manutenzione del verde pubblico o il riciclo di stoviglie riutilizzabili presso le mense dello stesso comune o durante le sagre di paese. Il Veneto invece, e in particolare la città di Sommacampagna, ha avuto il merito di aver utilizzato dei contenitori di raccolta per il rifiuto organico e scarto verde con dei micro-chip, che hanno permesso un attento monitoraggio del servizio. Un lavoro molto importante è stato fatto dalle città di Pioltello e Sestri Levante, arrivati in ex-aequo: i due comuni, nonostante l’elevata densità abitativa e la presenza di turisti nei mesi estivi, sono riusciti ugualmente a promuovere la raccolta differenziata dello scarto organico.

 

Alla base dell’iniziativa vi è il tentativo di incrementare il patrimonio del verde pubblico attraverso interventi di nuova costruzione e di riqualificazione o nei quali viene privilegiato l’aspetto manutentivo. I giurati, tra i quali presenziava anche il CIC, hanno individuato quattro sezioni da premiare: verde urbano, manutenzione del verde, orti urbani e comune più organico. In aggiunta è stato poi conferito il premio speciale per la migliore iniziativa di volontariato per la gestione degli spazi verdi urbani.

 

“La Città per il Verde” ha come partner istituzionali Ecomondo e l’associazione Touring Club Italiano ed è patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dall’ANCI (Associazione Nazionale Comuni italiani), dalla Regione Lombardia (Direzione Generale Ambiente Energia e Sviluppo Sostenibile), da Legautonomie (Associazione autonomie locali Lombardia), da Assobioplastiche, dal Consorzio Italiano Compostatori, da AIDI (Associazione Italiana di Illuminazione) e da Assil (Associazione Nazionale Produttori Illuminazione). Il Premio è inoltre sostenuto dalle seguenti associazioni di settore: AIAPP (Associazione italiana per l’architettura del paesaggio), AICu (Associazione italiana curatori di parchi, giardini e orti botanici), AIDTPG (Associazione italiana direttori e tecnici pubblici giardini), AIPIN (Associazione italiana per l’ingegneria naturalistica), AIVEP(Associazione italiana verde pensile), ASSOVERDE (Associazione italiana costruttori del verde), CONAF (Consiglio Nazionale dell’Ordine dei dottori agronomi e dei dottori forestali) e dall’Associazione ITALIA NOSTRA. 

 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014