CITTÀ E TRASPORTI
5 Agosto 2014
Redazione

Cefalù, dalle spiagge senza cicche alle auto ibride

Il comune palermitano lancia due importanti campagne per la sensibilizzazione all'ambiente, una sul mantenimento delle spiagge pulite e l'altra sulla mobilità ecosostenibile.

''In spiaggia senza cicche'' è lo slogan del progetto per la spiaggia libera di Cefalù per contrastare la pessima abitudine di gettare sulla sabbia o in mare i mozziconi di sigaretta, che rappresentano il 27% dei rifiuti totali e che, oltre a rilasciare sostanze inquinanti nell’ambiente fino a dieci anni dopo il loro utilizzo, impiegano da 1 a 5 anni per essere smaltiti, anche quando vengono gettati in acqua.

Il comune di Cefalù sta diventando sempre più attendo alle pratiche di sensibilizzazione delle tematiche ambientali come il progetto partito a fine luglio, che mira ad educare a non gettare cicche di sigarette o gomme da masticare sulla sabbia o in mare, per mantenere pulite le spiagge libere del Lungomare Giardina.

L’iniziativa, che è stata sviluppata e curata dall’Arch. Salva Mancinelli, Esperta alla Green Economy del Sindaco Rosario Lapunzina, nasce da alcuni suggerimenti forniti dai cittadini  attenti alle problematiche relative alla vivibilità urbana, attraverso il seguito gruppo facebook del Sindaco di Cefalù.

In via sperimentale, ai fumatori residenti verrà dato in omaggio un ecoastuccio che sarà possibile ritirare gratuitamente presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) del Municipio, fino a esaurimento scorte.

Il contenitore portacicche è in plastica, tascabile, lavabile e riutilizzabile. Può contenere mozziconi spenti, ma anche gomme da masticare e rifiuti di piccole dimensioni.Posare la cicca nell’ecoastuccio piuttosto che abbandonarla sulla sabbia è un gesto semplice per risparmiare ai nostri mari anni di inquinamento e contribuire a mantenere più pulito il nostro litorale.

Attraverso la campagna “In spiaggia senza cicche”, l’Amministrazione comunale di Cefalù intende promuovere comportamenti rispettosi dell’ambiente e sensibilizzare i cittadini affinché, attraverso piccoli gesti quotidiani, diventino i primi custodi degli spazi della propria città, a partire dalle spiagge.  

 

Non solo stop cicche ma anche una visione più lungimirante per quanto riguarda eco sostenibilità e con la campagna promozionale in collaborazione con la Concessionaria Toyota R.Motors di Palermo, la quale ha fornito al Comune di Cefalù due vetture ecologiche Toyota (una Auris e una Yaris), con tecnologia ibrida a bassa emissione di C02, in comodato d’uso gratuito per tre mesi.

L’iniziativa vuole far conoscere il mondo delle auto ibride a salvaguardia dell'ambiente dando la possibilità ai cittadini di provare questi veicoli durante i weekend estivi.

La tecnologia utilizzata nelle auto ibride si basa sull'installazione di un motore elettrico affiancato al tradizionale motore termico (che può essere alimentato a benzina, a gasolio o anche a gas), in modo da aiutarlo nei momenti di maggior richiesta di energia, allo scopo di contenerne i consumi. 

Per quanto riguarda la campagna di sensibilizzazione "In spiaggia senza cicche" promossa dal Comune di Cefalù: I fumatori residenti possono ritirare gratuitamente il proprio ecoastuccio (portacicche tascabile) presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) del Municipio sito in Corso Ruggero n. 139, aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e il mercoledì pomeriggio dalle 15.30 alle 17.30, fino a esaurimento scorte.

 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014