13 Giugno 2016
Giuliano Giulianini
CITTÀ E TRASPORTI
13 Giugno 2016
Giuliano Giulianini

Enjoy arriva a Catania e aggiunge gli scooter a Roma

Il "vehicle sharing" di ENI sbarca in Sicilia con delle novità tecnologiche e potenzia la flotta della capitale, finora dotata di sole auto, con 300 scooter a tre ruote.

Questa settimana Enjoy, il servizio di mobilità condivisa di ENI, ha incrementato notevolmente la sua presenza sul territorio nazionale. Fino a ieri i veicoli rossi marchiati Enjoy erano presenti a Milano, Torino, Firenze e Roma, con una clientela di 4700 iscritti e un totale di 7,7 milioni di noleggi a due anni dal debutto. Oggi prosegue l'espansione verso sud raggiungendo Catania dove il cane a sei zampe compare sulle fiancate di altri 200 veicoli a tre o quattro ruote. Il totale della flotta nazionale arriva così a 900 tra auto Fiat 500 e scooter MP3 Piaggio.

1000 catanesi già iscritti al servizio (premiati con un bonus di 10 euro) dispongono al momento di 170 automobili e 30 scooter, in un'area di servizio di 30 km2. Come per le altre città, infatti, il tipo di condivisione è del genere "free floating", a flusso libero, in un'area delimitata che non corrisponde all'intero territorio comunale. Una formula che facilita la condivisione concentrando i mezzi vicino al centro città e permettendo agli utenti di lasciarli in qualunque parcheggio regolare (sempre all'interno dell'area di servizio). Fatte salve le agevolazioni comuni anche alle altre città (accesso alle ztl; parcheggi blu gratuiti; posteggi dedicati presso alcune stazioni di rifornimento ENI) a Catania debutta un sistema telematico di controllo, sviluppato in partnership con Vodafone Italia, che monitora l'utilizzo del veicolo per verificare che sia conforme al codice della strada: ENI sostiene che potrà "stabilire la dinamica di eventuali sinistri" per "incoraggiare uno stile di guida attento alla sicurezza". Insomma un deterrente a guidare l'auto o lo scooter condivisi come si guidano troppo spesso i propri: senza rispetto delle regole.

Un problema, quello della guida disattenta o sregolata, che a Roma causa incidenti e vittime più che altrove, dato anche il gran numero di moto e ciclomotori circolanti. Gli scooter che Piaggio ha messo a disposizione del servizio Enjoy, cercano di arginare anche questo problema con la tecnologia: i veicoli a tre ruote che dal 10 giugno sono in servizio nella capitale, oltre ad essere ovviamente dotati di due caschi alloggiati sotto sella, hanno un limitatore che non permette di superare i 90 kmh. L'area di copertura del nuovo servizio è qui di 52 km2, più limitata e "centrale" rispetto a quella delle automobili ugualmente marchiate Enjoy. La scelta è stata motivata ufficialmente cosi: "aumentare la disponibilità dei mezzi nelle zone a maggior richiesta, semplificando gli spostamenti ed i parcheggi e decongestionando la circolazione". Agli utenti già iscritti al servizio delle quattro ruote è sufficiente aggiornare l'applicazione del telefono per veder comparire sulla mappa di ricerca anche l'icona degli scooter disponibili. La novità per loro è che questi, a differenza delle auto, saranno comandati interamente dallo smartphone per le fasi di prenotazione, sblocco, inserimento pin, procedure di inizio e fine noleggio. Il nuovo mezzo è riservato ai maggiori di 21 anni, possessori di patenti A, B , o A2 conseguita prima del 19 gennaio 2013. Al momento risultano disponibili meno di un centinaio di ciclomotori ma a regime, secondo quanto annunciato da ENI, saliranno a 300.

 
 
 
 
 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014