8 Ottobre 2014
Roberta Cafarotti
CITTÀ E TRASPORTI
8 Ottobre 2014
Roberta Cafarotti

ExFadda tra innovazione sociale e green job

Da stabilimento enologico abbandonato a fucina di attività, progetti ed eventi. Tutto grazie ad un gruppo di cittadini che hanno scelto di rimboccarsi le maniche.

C’era una volta la Puglia…
è l’inizio di una favola iniziata venti anni fa che ha trasformato un territorio in via di sviluppo in un luogo carico di innovazioni.

 
A San Vito dei Normanni (Brindisi) la favola racconta di un gruppo di architetti, designer, artigiani e volontari che si sono rimboccati le maniche e da soli con un cantiere di autocostruzione recuperano un vecchio stabilimento enologico dei primi del Novecento, il “Dentice di Frasso”, abbandonato da 50 anni, per farne un nuovo spazio pubblico per l'aggregazione, la creatività e l'innovazione sociale.
Il cantiere ha visto la partecipazione di oltre 100 volontari che durante le fasi di progettazione e costruzione si sono alternati al lavoro, in un clima comunitario e solidale.

 
Dall’abbandono alla cultura, dalla decadenza al rinnovamento. Così con l’abbraccio di tanti appassionati, la “bella addormentata” ExFadda si è svegliata dal sonno profondo ed è diventata una fucina di attività ed eventi all’insegna dell’ibridazione sia nelle modalità di gestione che nel tipo di attività miscelando cultura, ambiente, tecnologia, agricoltura.
ExFadda è oggi gestito da una cordata di 6 organizzazioni locali e coinvolge attivamente oltre 30 realtà tra microimprese, associazioni e gruppi informali attive nei campi della musica, della fotografia, dell’audiovisivo, delle arti visive, del teatro, delle nuove tecnologie, dell’artigianato, dell’organizzazione di eventi, dello sport, dell’agricoltura e del sociale.

 

La cosa sorprendente (o meglio una delle cose sorprendenti) è che non esistono tariffari per gestire spazi e progetti all’interno di ExFadda; si prendono accordi sulla base dell’autopercezione del peso delle attività nell’economia complessiva della struttura, non esiste nemmeno un regolamento perché si stabiliscono accordi basati sulla fiducia e sullo scambio reciproco di denaro e soprattutto di servizi ed eventi.

 
Ibridazione, cooperazione, cittadini coinvolti in maniera attiva nello sviluppo del territorio. Quante volte abbiamo sentito parlarne come alcune delle medicine per uscire dalla crisi.  I ragazzi di ExFadda ci hanno provato.
A San Vito dei Normanni non ci sarà il mare, ma un salto, se siete da quelle parti, forse conviene farlo. Potreste innamorarvi di un luogo pieno di gente appassionata, amica dell’ambiente.

Per sapertne di più visita il sito di ExFadda

 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014