23 Maggio 2018
CITTÀ E TRASPORTI
23 Maggio 2018

La Festa dei Popoli colora San Giovanni

La giornata di incontro e di festa delle comunità etniche romane, ha dimostrato le potenzialità di un positivo scambio culturale tra i diversi popoli che convivono nella Capitale.

In un clima di grande condivisione e allegria domenica 20 maggio si è svolta a Roma la Festa dei Popoli, manifestazione di che ha riunito numerosi gruppi etnici presso la Basilica di San Giovanni in Laterano che, per l’occasione e per la prima volta, ha aperto le porte a comunità non cattoliche. 

Organizzata dall’Ufficio Migrantes della diocesi di Roma e dalla Caritas di Roma, la XXVII edizione è stata dedicata all’accoglienza e all’integrazione dei migranti. Un incontro di culture e sensibilità diverse che si sono unite per confrontarsi, condividere esperienze, ed infine festeggiare insieme. 

 Earth Day Italia ha partecipato alla manifestazione: “La Festa dei Popoli è stata un importante momento di unione e di inclusività in piena coerenza con i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile  dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite – ha sottolineato Pierluigi Sassi, presidente di Earth Day Italia, a fine giornata - Quest’anno, per la prima volta, l’evento ha accolto anche le comunità non cattoliche e l’auspicio è quello di puntare sempre più all’inclusione di tutti i cittadini e di tutte le comunità”. 

 La giornata si è aperta al Pontificio Seminario Romano Maggiore, alle spalle della Basilica, con un convegno dal titolo: “La Chiesa in ascolto”. L’incontro, organizzato e moderato dal giornalista Luca Attanasio, autore di libri e inchieste sulle migrazioni, ha riunito rappresentanti di diversi componenti delle comunità etniche residenti a Roma: chi da molti anni, chi appena arrivato. Si sono susseguite le storie di cinesi, rumeni, eritrei, senegalesi, somali ed altri relatori che hanno raccontato molti diversi aspetti delle migrazioni: dalla fuga dai conflitti, alle difficoltà di integrazione; dalla tratta delle donne al fenomeno dei minori non accompagnati; dalle lungaggini burocratiche alle storie esemplari di comunità ormai perfettamente integrate.

Il primo passo da compiere, hanno convenuto i diversi rappresentanti dei quasi 545.000 stranieri che costituiscono le comunità di Roma, è andare oltre le differenze per cogliere gli aspetti positivi di ogni cultura. Interessanti anche le voci di chi è chiamato e si dedica ad accogliere i migranti , come il Centro Astalli, che ha portato la sua testimonianza di “osservatore” privilegiato sulle dinamiche della migrazione, o l’Ufficio Migrantes della diocesi di Roma, organizzatore della giornata, che si è espresso tramite le parole del direttore Pierpaolo Felicolo: “La Festa dei Popoli è un momento di grande integrazione e di unità che ci rendono più forti nel cammino comune. La speranza è che [questo] sia per tutti non solo un momento di festa ma anche di riflessione”. 

Subito dopo il convegno la basilica di San Giovanni ha ospitato la messa di Pentecoste concelebrata da numerosi sacerdoti in rappresentanza delle diverse comunità cattoliche straniere presenti. La basilica lateranense si è presentata ai romani e ai turisti in una veste inedita: affollata come per le occasioni più importanti; colorata da centinaia di costumi tradizionali dei tanti popoli intervenuti alla liturgia; ed ecumenica nel senso più ampio del termine, grazie all’invito rivolto anche alle comunità non cattoliche.

L’arcobaleno di culture e nazionalità si poi trasferito sul sagrato di piazza San Giovanni, dove sono stati serviti pranzi preparati dalle diverse comunità secondo i dettami delle proprie tradizioni gastronomiche. Nel pomeriggio, sul palco allestito in piazza, si sono susseguiti canti, danze popolari, esibizioni e una sfilata di costumi tradizionali finale che ha unito tutti in un tripudio di bandiere. Una festa di colori, sapori, profumi e musiche dai quattro angoli del mondo che ha dato la misura di quanto possa arricchirsi una comunità nazionale, come quella italiana, e una città come Roma, dall’incontro e il dialogo con le culture originarie dei suoi nuovi cittadini giunti da lontano.

 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014