4 Gennaio 2016
Giuliano Giulianini
CITTÀ E TRASPORTI
4 Gennaio 2016
Giuliano Giulianini

Roma ultima in Europa per il trasporto su ferro

Legambiente pubblica uno studio comparativo tra grandi città europee: la capitale d'Italia è la meno servita da tram, treni urbani e metropolitane.

Inquinamento e traffico privato a Roma sono ai massimi livelli in Europa, ma la colpa di una mobilità "insostenibile" non è da attribuire interamente ai romani: la scarsità di alternative all'auto privata è una forte scusante per i cittadini dell'Urbe che, loro malgrado, pagano lo scotto della peggior offerta di trasporti su ferro del continente. Questa, in sintesi, la tesi di Legambiente, che a fine anno ha diffuso alcuni dati comparativi tra 14 delle maggiori città europee: dieci capitali, da Madrid a Parigi, da Londra a Berlino, più quattro altre metropoli (Amsterdam, Milano, Barcellona e Monaco di Baviera). La tabella pubblicata dall'associazione ambientalista, conta i chilometri di binari a disposizione dei cittadini di queste città, suddivisi tra metropolitane, tram e linee ferroviarie suburbane.

Il confronto con le grandi città continentali è impietoso per l'Urbe. Con poco più di 40 km di percorsi per i tram Roma è 9a su 14, precedendo Stoccolma, Madrid, Barcellona e Copenhagen. Ancora un nono posto per le linee di treni suburbani, quelle utilizzate dai pendolari: con 195 km la capitale precede di poco Milano, poi Vienna, Budapest, Bruxelles e Amsterdam. Si scende al 10° posto quando si passa alla rete di metropolitane: le tre linee romane assommano in totale 59,6 km, meglio soltanto di Amsterdam, Budapest, Bruxelles e Copenhagen.
Ovviamente le classifiche parziali sono poco indicative: una città, per motivi storici o pratici, può aver puntato più sui servizi di superficie che su quelli sotterranei, o viceversa; non di meno, sulla qualità del servizio, influisce il numero di abitanti di una città relativamente ai chilometri di strade ferrate: la "piccola" Bruxelles non può essere paragonata con le estensioni di Londra o Roma. Per questo motivo più decisivi (e preoccupanti) sono i dati riassuntivi pubblicati da Legambiente: ogni 1000 abitanti, a Monaco ci sono a disposizione 0,234 km di ferrovie, tram e metropolitane; a Stoccolma 0,222 km; a Madrid 0,205 km. Queste sono le città meglio servite in Europa. Roma è ultima in classifica con 0,077 km, ovvero 77 metri, ogni 1000 abitanti. I numeri, secondo l'associazione, contribuiscono a spiegare il primato dell'Urbe nel possesso di automobili: 71 ogni 100 abitanti; a Berlino e Londra sono esattamente la metà.
I cittadini romani, come quelli delle altre aree urbane italiane, devono poter sperare che la realtà possa cambiare – ha dichiarato Edoardo Zanchini, vicepresidente nazionale LegambienteDevono poter respirare aria finalmente pulita e avere le stesse opportunità di muoversi con una metropolitana o un tram, rinunciando all’uso dell’auto privata, che hanno gli altri cittadini europei. Ma senza un reale cambio delle politiche nazionali la situazione rimarrà invariata”.
Nel comunicato che accompagna i dati infatti, Legambiente fa notare che al momento non è previsto alcun investimento per ampliare la rete di tram e treni urbani di Roma; mentre il finanziamento stanziato per prolungare la nuova Metro C aggiungerà soltanto 3,6 km agli scarsi 60 dell'attuale rete di metropolitane.

 
 
 
 
 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014