10 Novembre 2013
CITTÀ E TRASPORTI
10 Novembre 2013

Una strada verde, verso il turismo sostenibile

Al via il progetto Grean Road, presentato a Ecomondo di Rimini: un percorso di valorizzazione dei territori che unisce nella stessa sfida Puglia, Basilicata e Lombardia

Non solo risorsa economica, ma anche volano per rilanciare i territori e la loro bellezza. Questo è il turismo immaginato dal progetto Green Road e questa la sfida raccolta da Puglia e la Basilicata per le rive del mar Ionio, come è stato illustrato in un convegno a Ecomondo di Rimini.
Green Road è un percorso di valorizzazione dei territori, che coinvolge, per ora, Puglia e Basilicata. L’attore principale pugliese è il Gruppo di azione locale (Gal) “Colline Joniche”, che ha sede a Grottaglie ed è composto da 11 Comuni attraverso i quali si snoda una collezione straordinaria di masserie vive e produttive. È una sorta di ecoparco all’aperto, dove il museo è il territorio nel quale i cittadini, le imprese e i volontari contribuiscono alla costruzione. Il percorso Green Road abbraccia la terra delle gravine e delle masserie pugliesi, scendendo fino al cristallino Mare Jonio nei lidi di Pulsano, prosegue nell’entroterra della Basilicata lungo la Val d’Agri e la Val Camastra.
In Basilicata, invece, il progetto, promosso dalla Fondazione Eni Enrico Mattei, riguarda la zona del Parco nazionale dell’Appennino lucano, dove si può spaziare dai calanchi di Aliano ai borghi antichi, fino alle vette di Viggiano. Una tipica destinazione “green” in grado di rispondere a un'offerta di turismo che mira a coniugare la fruizione del patrimonio ambientale alla possibilità di vivere una vacanza attiva in un mix di relax e autenticità, in un viaggio “geografico” dai litorali dorati della costa Jonica ai suggestivi paesaggi dei calanchi di Aliano, passando dai borghi antichi dei Comuni del Parco fino alle vette delle montagne di Viggiano.
Nel corso del convegno a Ecomondo è stato sottoscritto un protocollo d’intesa per la crescita di Green Road, che ora guarda alla Lombardia. A firmare il documento sono state due associazioni: la Sherwood di Grottaglie (con cui sarà avviato un progetto sulla mobilità sostenibile, “Semplicemente pedalando”) e la 100 Cascine di Milano: l’obiettivo è promuovere anche tra le cascine lombarde quei valori identitari e ambientali grazie ai quali le masserie della Green Road ionica sono state trasformate in una risorsa per il turismo.
“Vogliamo creare una geo-comunità, in una strategia di area vasta tra regioni e aree che condividono gli stessi valori – ha spiegato Antonio Prota, presidente del Gal “Colline Joniche”. – Primo fra tutti la valorizzazione del territorio come importante fattore di produzione, inserendo dinamiche di social business e simbiosi turistica”. “Il progetto Green Road Basilicata è ispirato ai principi del turismo sostenibile – ha aggiunto Cristiano Re, coordinatore progetti speciali per la Fondazione Eni Enrico Mattei di Viggiano. - È un’indagine sul campo, alla quale è seguita l’ideazione di itinerari incentrati sul tema della natura, della storia e del cineturismo, e sulle peculiarità e i valori che definiscono il territorio lucano”.

 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014