11 Maggio 2018
Redazione
CUSTODIRE IL CREATO
11 Maggio 2018
Redazione

“Maria. Il culto da Oriente a Occidente”. Al Salone del Libro la nuova opera Treccani

Il volume a cura di Carlo Ossola propone un viaggio nel culto e nell’iconografia mariana tra luoghi e culture diverse.

Sarà presentato oggi al Salone del Libro di Torino “Maria. Il culto da Oriente a Occidente“ l’opera Treccani dedicata al culto mariano.
L’opera, curata da Carlo Ossola, analizza la centralità del dogma di Maria Vergine nella teologia cristiana e la sua importanza nella storia e nella cultura dell’ecumene cristiana.
Dieci saggi, per oltre oltre 700 pagine e più di 550 immagini, accompagneranno il viaggio del lettore alla scoperta della figura della Vergine con l’obiettivo di ricostruire la pluralità delle devozioni che nelle varie culture e attraverso i secoli hanno declinato la spiritualità e l’iconografia mariana.
Del resto, “De Maria numquam satis”, mai abbastanza [si parla] di Maria, come ricorda, citando San Luigi Maria Grignon de Montfort, il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della cultura, nel saggio introduttivo del volume “Maria e le profezie bibliche“.
“L’ampia e variegata testimonianza di questo volume – scrive Ravasi – si allinea proprio lungo questa consuetudine: essa ha generato una sterminata produzione letteraria e artistica, che ha percorso tutti i secoli cristiani, avendo come esile sorgente il Nuovo Testamento (in particolare il Vangelo di Luca), irrobustendosi progressivamente con l’apporto dei cosiddetti Vangeli apocrifi, sino a sfociare nella grande Tradizione teologica e liturgica cattolica”.
 
Ai saggi Vita di Maria di Carlo Ossola e La nascita del culto di Silvano Maggiani sono affifati gli aspetti cronologici, ma è principalmente un percorso di lettura basato sui luoghi quello proposto dal volume Treccani: dall’Oriente, con i saggi sull’iconografia bizantina e russa a cura rispettivamente di Emanuela Fogliadini e Giovanna Parravicini, all’Occidente, affrontato da Antonio Paolucci, al modo musulmano (Shahrzad Houshmand) all’America Latina con il saggio di J. Omar Larios Valencia “Le rose fioriscono anche d’inverno. La Madonna di Guadalupe” e ai luoghi mariani (Cristina Terzaghi).
 
Una scelta legata anche alla figura di Maria, capace di stimolare confronto e dialogo tra diverse tradizioni, confessioni e religioni.
Un tema imprescindibile in una fase storica in cui, come scrive nella presentazione del volume il direttore generale Treccani Massimo Bray, “le istituzioni nazionali e internazionali devono confrontarsi con problemi gravissimi legati alla sfera delle fedi religiose, e soprattutto con le minacce di ‘scontri di civiltà’ che derivano, da un lato, dalla globalizzazione e, dall’altro, dalla nascita e dal progressivo imporsi delle società multiculturali. In questo contesto assai difficile e delicato si avverte sempre più l’esigenza di sostituire il paradigma della contrapposizione tra visioni del mondo diverse con quello di un’alleanza che abbia come fine la costruzione di un umanesimo condiviso: un obiettivo, questo, alla cui realizzazione la cultura – che è innanzitutto coscienza della propria storicità – è chiamata a dare il contributo più importante.”
Clicca qui per chiedere informazioni sul "Maria. Il culto tra Oriente e Occidente"

 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014