ECOSISTEMI E BIODIVERSITÀ
4 Settembre 2017

Amazzonia, uno scrigno pieno di vita da difendere

Tra il 2014 e il 2015 scoperte 381 nuove specie tra animali e vegetali. Ma la Riserva Nazionale di Renga è a rischio disboscamento

216 piante, 93 pesci, 32 anfibi, 20 mammiferi, 19 rettili e 1 uccello. Sono così divise le 381 specie animali/vegetali scoperte in Amazzonia tra il 2014 e il 2015. A rivelarlo un recente rapporto di WWF e Istituto per lo Sviluppo Sostenibile di Mamirauá.
Il tasso di scoperta è di una nuova specie ogni 1,9 giorni, il più alto registrato da inizio secolo, e lascia intravedere ancora una volta lo straordinario patrimonio naturale della foresta sempre più minacciata dalle attività umane.
 
Nel 2017, nonostante la scarsità delle risorse a disposizione, scopriamo nuove specie e questo dimostra che abbiamo ancora molto da scoprire sull’Amazzonia”  - dichiara il coordinatore del programma WWF-Brazil Amazon, Ricardo Mello,  che spera che le nuove scoperte possano illuminare i decisori pubblici e privati sugli impatti devastanti che i grandi progetti in cantiere come strade o dighe potrebbero avere sulla regione.
"Questa biodiversità deve essere conosciuta e protetta – continua Mello - Gli studi mostrano come il potenziale economico della regione sia nella valorizzazione della biodiversità attraverso la tecnologia per un nuovo modello di sviluppo che comprende lo lo studio di cure per le malattie o l’utilizzo di nuove specie per scopi alimentari".
Il rapporto arriva ad una settimana dall’emanazione da parte del governo brasiliano di un decreto, per il momento fortunatamente sospeso dalla corte federale di Brasilia, che consentirà l’estrazione mineraria nella Riserva Nazionale di Renca, un'enorme area protetta grande quanto la Svizzera che rischia di subire un severo disboscamento per permettere l’attività estrattiva.
Un provvedimento che potrebbe devastare un’area che ancora può riservare grandi sorprese se si pensa che secondo alcune stime l’80% delle specie viventi del pianeta deve ancora essere identificato e che l’Amazzonia ospita ben il 10% delle specie conosciute.
Insomma, c’è ancora tanto scoprire, più che da estrarre.

 
 
 
 
 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014