7 Settembre 2017
ECOSISTEMI E BIODIVERSITÀ
7 Settembre 2017

Il cambiamento climatico minaccia pulci pidocchi e zecche… e non è un bene

Un terzo dei parassiti potrebbe sparire, ma il loro ruolo è fondamentale per l’equilibrio degli ecosistemi

Pulci, pidocchi, zecche, lombrichi, vermi, acari e tanti altri “fastidiosi” parassiti potrebbero sparire dalla faccia della Terra entro il 2070 a causa dei cambiamenti cimatici.
A ipotizzarlo una ricerca pubblicata sulla rivista Science Advances e condotta da ricercatori delle Università di Berkeley (California) e del Connecticut, dello Smitshonian Insitute e di molte altre università internazionali.

Gli scienziati sono partiti dall’immenso catalogo del Museo di Storia Naturale dello Smithsonian Insitute per mappare la distribuzione globale di 457 specie di parassiti. Applicando poi dei modelli climatici hanno constatato come il futuro per i parassiti sia tutt’altro che roseo. Secondo le stime sarebbe del 10% il tasso di estinzione al 2070 a causa delle modifiche degli habitat per effetto del cambiamento climatico, ma questo tasso sale addirittura al 30% se si considera la contemporanea perdita di organismi ospitanti.

Le stime variano in base agli scenari utilizzati, si passa da un tasso di estinzione del 20% fino 37% qualora le emissioni di gas serra non fossero tagliate, ma la situazione è comunque preoccupante: “Il numero (di specie che si potrebbero perdere) è sconcertante” - dichiara Colin Carlson dell’Università di Berkeley a capo del progetto - “I parassiti sono tra le specie più minacciate sulla Terra. Non è facile difenderli ma, anche se ci disgustano, giocano un ruolo fondamentale negli ecosistemi”.
A scapito della loro “immagine” i parassiti costituiscono un indicatore qualificato della ricchezza di biodiversità, aiutano a mantenere l’equilibrio degli ecosistemi e svolgono un ruolo fondamentale nella catena alimentare. É vero, possono portare delle malattie, ma è anche vero che sono in continua competizione tra loro per cui la perdita di così tante specie potrebbe aprire le porte ad un’invasione incontrollata delle specie sopravvissute con effetti deleteri sia sula salute animale che su quella umana.

 
 
 
 
 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014