7 Dicembre 2018
Giorgia Martino
ENERGIA
7 Dicembre 2018
Giorgia Martino

Le scuole scendono in campo per l'ambiente: 1000 euro in palio per l'idea più green

Il concorso "Immagini per la Terra" di Green Cross Italia premia le idee degli studenti per una migliore efficienza energetica

Con il senno di poi, non solo è possibile comprendere gli errori fatti, ma è anche auspicabile cercare di non ripeterli. Ed è proprio in un percorso a ritroso che consiste quest’anno il concorso nazionaleImmagini per la Terra, giunto alla sua XXVII edizione.

Viene così chiesto agli studenti di classi di ogni ordine e grado di riscrivere il futuro percorrendo a ritroso la strada che ci ha portati fin qui: seguendo la traccia di “Energia in classe A”, si può cambiare strada ad ogni bivio, cercando di evitare gli errori che sono stati commessi e facendo scelte diverse con soluzioni alternative.

L’iniziativa è promossa dall’associazione ambientalista Green Cross Italia, col supporto del Ministero dell’Istruzione e dell’Acqua Lete, e invita gli insegnanti a portare l’efficienza energetica non solo sui banchi di scuola ma anche fuori dalle aule, perché i bambini e i ragazzi imparino ad applicare le regole del risparmio energetico.

Le chiavi con cui gli studenti si metteranno in gioco nelle loro proposte sono la riduzione di emissioni di CO2 in atmosfera e di fonti fossili.

Per ciascun ordine di scuola, dall’infanzia alle superiori, saranno premiate due opere con una ricompensa in denaro di 1000 euro per realizzare parte dei progetti green proposti. La commissione esaminatrice sarà composta da giornalisti e scienziati, e saranno premiate la qualità di video e disegni nonché la creatività dei ragazzi che avranno partecipato. Il limite massimo per l’invio dei lavori è il 30 aprile 2019.

Oltre a questo concorso, Green Cross sarà impegnata nei prossimi mesi con una serie di incontri scolastici in cui gli esperti dell’associazione parleranno di tutela ambientale a bambini e ragazzi.

 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014