17 Novembre 2017
Fabrizio Cavallina
GREEN ECONOMY
17 Novembre 2017
Fabrizio Cavallina

Gli italiani, il solare e la green economy

Secondo il rapporto sempre più italiani sono favorevoli alla green economy nell'ottica di un futuro sostenibile e rispettoso dell'ambiente

Gli italiani si dimostrano sempre più interessati e favorevoli alla green economy. Lo dimostra il recente Rapporto “Gli italiani, il solare e la Green economy”, in cui sono stati approfonditi i temi riguardanti le energie rinnovabili, gli aspetti legati all’economia circolare e quanto questi due ambiti risultassero sensibili alla popolazione. L’86% degli intervistati ritiene che il Paese – nell’ottica di un futuro sostenibile e rispettoso dell’ambiente – dovrebbe puntare seriamente sull’energia solare; mentre il 66% indica allo stesso modo nell’energia eolica una forma d’investimento da tenere in alta considerazione. Dati importanti ed esplicativi, sommati al limitato 5% di consenso ottenuto durante le interviste dai sostenitori delle fossili e del nucleare. L’energia solare è protagonista assoluta del focus: il 93% la ritiene il modello più compatibile con l’ambiente (a dispetto dell’energia tradizionale) mentre per il 91% è la fonte di energia più sicura.

Il Rapporto – giunto alla 15esima edizione – è stato curato da Fondazione UniVerde e IPR Marketing in occasione del convegno “Innovazione e rinnovabili per un ambiente sano e una migliore qualità della vita. Record di CO2 e polveri sottili in atmosfera”, tenutosi a Milano.
Ampio studio, per la prima volta inserito nell’indagine, è stato riservato alla mobilità sostenibile con quesiti sul livello di interesse per le auto e biciclette elettriche: Il 50% degli italiani, ad esempio, sostituirebbe un’auto tradizionale con un modello elettrico, a patto di parità di costi e di una rete di ricarica diffusa. L’auto potrebbe addirittura essere sostituita completamente dalla bicicletta per il 36% degli intervistati, se fosse offerto un adeguato servizio di bike-sharing con bici elettriche o a pedalata assistita. Una soluzione – quella legata al bike-sharing – che se inserita adeguatamente nel contesto dei centri urbani potrebbe risultare efficiente nel contrastare gli alti livelli di smog e d’inquinamento, fornendo una valida alternativa ai cittadini.

Abbiamo le migliori e promettenti tecnologie a livello europeo ma paghiamo l’assenza di politiche efficienti che puntino a migliorare la vita dei cittadini” ha affermato l’ex Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio. “Il governo – ha proseguito – deve dare risposte concrete ai desideri degli italiani e non perdere il passo rispetto agli altri paesi”.

Dal Rapporto, inoltre, emerge la crescente sensibilità verso i sistemi di storage: il 78% degli intervistati investirebbe in un sistema combinato di moduli fotovoltaici e batterie, mentre l’84% è favorevole ad incentivi per l’accumulo di energia. Si conferma anche quest’anno un livello di disinformazione molto alto sul riciclo a fine vita dei pannelli solari, ma il 62% ne riconosce l’importanza, se tuttavia sostenuta da incentivi pubblici. Il 77% degli intervistati sarebbe disposto ad installare un impianto fotovoltaico a patto di vendere alla rete la quota di energia accumulata nelle batterie.

 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014