31 Maggio 2013
Redazione
GREEN ECONOMY
31 Maggio 2013
Redazione

L'Europa incentiva il business che incontra l'ambiente

"possono essere definite eco-industrie le imprese che producono beni e servizi in grado di misurare, prevenire, limitare o correggere danni ambientali"

Scade il 5 settembre il bando per le imprese europee che vogliono presentare proposte per la commercializzazione di soluzioni ambientali innovative nel settore rifiuti, acque, edilizia e gestionale e alimentare. In un mondo dove è quasi diventato un dovere essere green, l’Unione europea incentiva le imprese verdi e la Commissione esorta a presentare proposte per i migliori 45 progetti di eco-innovazione con una dotazione di 31,5 milioni di euro.
La green economy sembra una buona occasione per le aziende che vogliono innovarsi e allo stesso tempo fare bene all’ambiente. 

Secondo il commissario Ue ''L'eco-innovazione non è soltanto una nicchia di mercato e le imprese verdi sono i motori della trasformazione di tutta l'economia''. Da qui l'invito rivolto alle piccole e medie imprese che hanno sviluppato un prodotto, un processo o un servizio ecologico innovativo ma che hanno difficoltà a piazzarlo sul mercato. Bruxelles coprirà sino al 50% dei costi di finanziamento per un totale di 45 progetti.

Sempre maggiore attenzione all’ambiente dunque, e per chiarire meglio cosa sia un industria verde, una definizione può essere estrapolata da ciò che la Commissione Europea già nel 1994 spiegava: "…possono essere definite eco-industrie le imprese che producono beni e servizi in grado di misurare, prevenire, limitare o correggere danni ambientali quali l’inquinamento dell’acqua, dell’aria, del suolo, così come i problemi legati ai rifiuti ed al rumore. Esse includono le tecnologie pulite dove l’inquinamento e l’utilizzo delle materie prime è stato minimizzato …" Altre attività imprenditoriali possono essere quelle connesse con il turismo, la fruizione dei beni culturali, la manutenzione delle opere civili, la tutela del patrimonio ambientale, l’innovazione tecnologica.

L'iniziativa Eco-innovation della Commissione, avviata nel 2008, ha già permesso la realizzazione di 185 progetti, tra cui un sistema di riutilizzo dei vecchi mattoni, una nuova tecnica di produzione di tappeti e moquette, e di calzature in pelle senza sostanze chimiche nocive. Sono inoltre pronti per essere varati i 50 selezionati lo scorso anno. Da qui l'invito del commissario Ue alle Pmi a presentare una domanda di finanziamento, ''contribuendo cosi' al primato dell'Europa in settori come la gestione dell'acqua e dei rifiuti''.

 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014