In cammino con gli asinelli tra le bellezze dello Stivale

Viaggi a piedi per i più piccoli lungo le mulattiere e le valli alpine accompagnati dagli asinelli: ecco la linea viaggi di Compagnia dei bambini

Ci sono tanti modi di viaggiare, uno di questi è il cammino. Sia che venga fatto per sport, per piacere, o per motivi religiosi, il camminare è un ottimo modo per riscoprire se stessi e mettersi alla prova. Oltre che per immergersi nel silenzio e nella tranquillità della natura e tornare a ritmi sostenibili di vita che solo questo genere di viaggi sa ancora regalare. Vivere in una grande città, infatti, comporta ritmi di vita frenetici , circondati da rumori assordanti, trascorsi nel grigiore multiforme dei palazzi e sommersi nello smog che attanaglia le nostre città.

Il camminare, infatti, richiama direttamente i concetti di “lentezza”, “riflessione”, “pazienza”, di “interazione” con gli altri e con l’ambiente che ci circonda. Ma anche di “scoperta” di ciò che la natura ci offre. Ecco allora che può assumere anche una valenza educativa, soprattutto per i più piccolini. Vivendo in città, infatti, i bambini non hanno molte occasioni di entrare in contatto con la natura, conoscere gli animali e le piante che caratterizzano i nostri territori.
 Proprio con questa valenza educativa, nasce la Compagnia dei Bambini, la linea di viaggi a piedi dedicata ai piccoli camminatori e organizzata da “La Compagnia dei Cammini” associazione che lavora per diffondere la cultura del camminare in Italia.

Una camminata molto particolare, perché fatta in compagnia degli asinelli. Gli asini, infatti, proprio per la loro familiarità con l’essere umano e soprattutto con i bambini, da sempre sono degli ottimi compagni di viaggio: non solo infatti possono aiutarci a trasportare tende ma la loro andatura lenta e prudente ci rilassa e permette di godere al massimo del paesaggio e delle sue bellezze. Gli asini non amano correre o saltare e questo è una sicurezza in più per i bambini che volendo li possono anche cavalcare.
Dai viaggi classici ai percorsi lungo l’Appennino alle foreste Casentinesi all’Emilia, ai percorsi liguri di Crueze de mà, fino alla Toscana più inedita da cui raggiungere il mare, sono tanti i percorsi organizzati dalla Compagnia dei bambini. Durante i soggiorni, l’associazione prevede anche tantissime attività straordinarie, come i laboratori in cui imparare a riconoscere e piantumare le erbe aromatiche, a trasformare il latte in formaggio e burro, creare con la creta, imparare a mungere le mucche, allattare con i biberon i vitellini e tante altre attività della fattoria.

Ecco alcune delle possibilità di viaggio per la primavera 2015 organizzate dalla Compagnia dei bambini e che si possono trovare sul sito www.compagniadeibambini.it

La Pasqua tra i colli livornesi e il mare
Il viaggio di Pasqua dal 2 al 7 aprile è dedicato alle famiglie con bambini a partire dai 3 anni in un’avventura lungo le colline e la costa di un mare della Toscana più inedita. Sono le zone della provincia di Livorno, in cui i sentieri percorrono i luoghi incantati dove la macchia mediterranea si unisce ai boschi dell’entroterra e le camminate diventano un’esplorazione inconsueta ma ricca di incontri. E baie e piccole calette tra scogli e mare spumeggiante dove mettere i piedini per il primo saluto al mare. Questa avventura insieme agli inseparabili asinelli si itinera su percorsi facili, con pochi dislivelli e con passeggiate adatte a tutti. Il pernottamento è stanziale presso la casa vacanza "la Baciocca" immersa nel verde del parco di Montioni, tra le colline, ma ogni giorno si raggiungerà una meta diversa per fare ritorno la sera. Tra le tappe più belle la passeggiata nel parco dei Montioni sulle tracce di caprioli e cinghiali, la cattedrale di Massa Marittima e i suoi casali agricoli dove assaggiare i prodotti della tipica agricoltura toscana, il promontorio di Piombino e i sentieri che scendono verso il mare, fino ad arrivare al giorno di Pasqua da trascorrere al mare tra Cecina e Bibbona. Per concludere un'allegra Pasquetta al Golfo di Baratti e la necropoli di Populonia, nella splendida scenario tra le pareti rocciose formano e il mare blu.

Soggiorno naturalistico tra le foreste casentinesi
Tra le immense foreste casentinesi c’è una valle nascosta ancora più invisibile di tanti altri luoghi: è la Vallesanta, una piccola e incontaminata valle a ridosso delle più famose abbazie e montagne dai grandi abeti. E' in questo luogo magico che si trova un casale antico del 16° secolo immerso nei boschi dove dal 30 aprile al 3 maggio le famiglie con bambini a partire dai 4 anni potranno trascorrere un soggiorno in compagnia degli animali selvatici. Da Casa Santicchio, nella parte meridionale del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, nei pressi del Santuario della Verna, ad Arezzo, in Toscana gli asini porteranno a spasso i piccoli esploratori in facili camminate nella vallata di Corezzo e di Vallesanta tra i canyon selvaggi e le vecchie pietre scolpite della via Romea. Ma questo luogo sarà anche l'ideale per gli amanti della vita di gruppo e dello stile di vita semplice per godersi giornate di relax nella piscina d'acqua calda e trascorrere le ore in laboratori artigianali in cui imparare a lavorare la creta per riprodurre tazze e boccali con tecniche antiche, utilizzando le argille locali.
 
Primi passi tra le colline reggiane
Dal 30 maggio al 2 giugno questo viaggio è una facile avventura in tenda dedicata alle famiglie con bambini dai 0 ai 6 anni per condividere i primi passi in mezzo alla natura della campagna reggiana. Grazie all'ASINURSERY, l’asino porta-bambini dotato di fasciatoio e attrezzatura per neonati con seggiolini e cinture di sicurezza sarà possibile visitare la verde pianura intorno alla città di Reggio Emilia e l'oasi naturalistica dove cimentarsi col binocolo per avvistare le colonie di cicogne svettano tra i filari delle vigne. Ma anche nella fattoria le esperienze da fare saranno tante: sarà possibile partecipare infatti a laboratori per fare il burro e il formaggio, dare da mangiare alle mucche ed allattare con i biberon i vitellini. Le giornate seguenti si svolgeranno al parco di Roncolo, un bellissimo polmone verde della prima collina reggiana, luogo di osservazione di animali del bosco e di facili itinerari tra angoli di natura selvaggia. In questi luoghi si impareranno a riconoscere e piantumare le piante officinali in un percorso osservazione sensoriale, tattile e olfattiva per divertirsi con i profumi della natura.
 
Crêuza de mä (mulattiera per il mare)
Questo viaggio itinerante in tenda si svolgerà dal 25 giugno al 28 giugno nella splendida cornice del parco naturale del promontorio di Portofino, in Liguria, un gioiello di natura incastonato tra pareti rocciose e boschi infiniti. Dedicato alle famiglie con bambini a partire dai 4 anni,insieme agli amici asinelli si attraverserà la Liguria più inconsueta, tra carruggi e vecchie vie a scalinate, fino ad arrivare alla freschezza del porto. Si dormirà in tenda lungo il sentiero dei mulini, uno dei tratti più importanti delle vie di comunicazione locali. Ma le avventure non saranno solo di terra perché si uscirà anche in canoa alla scoperta delle grotte e dei luoghi più nascosti della costiera.