18 Giugno 2018
VIVERE GREEN
18 Giugno 2018

"Chiudiamo la forbice!" La società civile contro le disuguaglianze

Al via la campagna per ridurre il divario tra Nord e Sud del mondo. Accesso al cibo, pace e migrazioni i punti di particolare attenzione

Viene lanciata oggi “Chiudiamo la forbice: dalle diseguaglianze al bene comune, una sola famiglia umana”, una campagna di informazione e sensibilizzazione che ha come oggetto il tema delle disuguaglianze con l’obiettivo, da un lato di informare l’opinione pubblica su un tema così delicato, e dall’altro quello di cercare nuove soluzioni per una piena universalizzazione dei diritti, a partire dai ceti sociali più vulnerabili, cercando pratiche di emancipazione dai territori, dalle comunità locali, esempi positivi di creazione del bene comune, da cui sia possibile evincere linee guida per una politica trasformativa.

 

La campagna - promossa da Azione Cattolica, Caritas Italiana, CTS, Fondazione campagna Amica, Comunità Papa Giovanni XXIII, Earth Day Italia, Focsiv, Missio, Movimento Cristiano dei lavoratori e Pax Christi Italia – pone all’attenzione dell’opinione pubblica il tema delle disuguagliane, declinandolo in particolare in tre ambiti: produzione e consumo di cibo, pace, migrazioni, fenomeni da leggere nel quadro delle sfide sociali e climatiche, questioni tra loro profondamente interconnesse come del resto anche papa Francesco ha voluto chiarire nell’Enciclica Laudato Sì’. 

 

Chiudere la forbice delle diseguaglianze – si legge in una nota diffusa dai promotori -  è l’imperativo che vogliamo assumere come priorità per garantire ad ogni donna e ogni uomo che vive su questo pianeta la possibilità di vivere una vita dignitosa e piena, libera dalla paura e dal bisogno, in questa generazione e nelle generazioni future, affinché le migrazioni siano una scelta libera. Si tratta di un impegno che completa e supera quello sui temi della povertà e dell’esclusione sociale: significa infatti interrogarsi circa le cause di queste, e sulle conseguenze concrete dei meccanismi attraverso cui la povertà stessa si produce e si riproduce.” 

 

Papa Francesco nella Laudato Si’ ci indica l’Ecologia integrale come la strada maestra per affrontare le sfide del nostro tempo che ci pongono i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda delle Nazioni Unite per il 2030”. -  dichiara Pierluigi Sassi, presidente Earth Day Italia, nel suo messaggio di sostegno alla campagna – “La differenza tra le condizioni di tanta gente e i pochi ricchi del nostro Pianeta, tra il Nord e il Sud, è tale da non consentire l’accoglimento di queste sfide e il raggiungimento di questi Obiettivi.

Strumento principale della campagna sarà www.chiudiamolaforbice.it, sito che raccoglierà tutti i documenti e le informazioni sula campagna oltre as ospitare concorsi nazionali e tutti i contributi dei territori che hanno già contribuito all’impostazione della campagna che vuole distinguersi per un approccio partecipativo e inclusivo. 

 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014