26 Aprile 2018
Dario Caputo
VIVERE GREEN
26 Aprile 2018
Dario Caputo

Gran finale per il Villaggio per la Terra 2018. Numeri da record per le attività ludiche e i talk eco-sociali.

150mila visitatori hanno affollato quest’anno la manifestazione di Earth Day Italia e del Movimento dei Focolari. Sport, spettacoli, laboratori, ma soprattutto convegni e il Festival dell'Educazione Ambientale; tutto legato dal fil rouge dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Onu

Cinque giorni interamente dedicati alla tutela dell’ambiente e ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile stilati dall’Onu: tutto questo è stato il Villaggio per la Terra, la manifestazione organizzata da Earth Day Italia e dal Movimento dei Focolari e che ha avuto, anche quest’anno, lo splendido scenario del Galoppatoio di Villa Borghese e della terrazza del Pincio a Roma. Numeri da record: si parla di oltre 150mila visitatori per un programma che ha offerto tantissimi eventi e celebrazioni, incontri istituzionali, forum a tema, corsi, spettacoli musicali, attività sportive, un’area ragazzi e un grande villaggio dedicato ai piccoli con attività ludiche e laboratori didattici. Ogni giornata ha approfondito gli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite con dei talk che si sono focalizzati sulle cinque P della sostenibilità: si è parlato ad esempio dello sport come strumento che permette di andare oltre ogni barriera (People), del dialogo tra credenti e non credenti, religiosi e laici per la custodia del Creato (Partnership), dell’economia circolare e di comunione (Prosperity) e del confronto tra giovani sul tema “Cultura e dialogo, strumenti di pace per un futuro sostenibile” (Peace). Ogni evento è stato comunque legato dalla tematica di base della tutela dell’ambiente, con 17 piazze multimediali dedicate agli SDGs animate dalla partecipazione di tante associazioni e dalla presenza degli studenti dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, che hanno organizzato momenti di approfondimento dedicati ai visitatori.

 

Molto entusiasta dello svolgimento delle giornate Pierluigi Sassi, Presidente di Earth Day Italia e Antonia Testa del Movimento dei Focolari di Roma; il primo ha dichiarato che: “La definizione dell’Agenda 2030 e l’impegno assunto dalle Nazioni Unite per il  raggiungimento dei 17 obiettivi ci fanno capire come i tempi siano maturi per una rivoluzione culturale. Il successo del Villaggio per la Terra dimostra la crescente sensibilità ambientale della cittadinanza e la consapevolezza sempre più diffusa sull’urgenza di intervenire in modo diretto per la salvaguardia del Pianeta”. Per la Testa invece “il Villaggio per la Terra si rivela un modello vincente, che permette di esprimere una cittadinanza nuova seguendo la linea tracciata dall’Enciclica Laudato si', un testo che coglie le preoccupazioni delle persone per l’ambiente e per chi lo vive e che spinge tutti noi a lavorare per un’ecologia integrale”. Molto presenti quest’anno anche le scuole che, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e il MIUR, hanno partecipato al Festival Educazione alla Sostenibilità e agli Stati Generali dell’Ambiente dei Giovani. L’obiettivo è quello di facilitare, attraverso la conoscenza, le nuove generazioni verso un percorso di sviluppo sostenibile.

 

Non solo talk al Villaggio per la Terra; molto apprezzati sono stati anche i momenti artistici e musicali sulla terrazza del Pincio che hanno visto tanti artisti salire sul palco del Concerto per la Terra: Max Paiella, mattatore del Villaggio per la Terra 2018, la social band di Radio Due, Andrea Perroni, Chiara Galiazzo, Briga, Elodie, la Rino Gaetano Band, gli street artist Maupal e Moby Dick, i ragazzi del giornale satirico di false notizie Lercio, i rapper Piotta e Clementino, Tony Esposito, Enrico Capuano e la Tamurriata Rock, Jean Michel Byron, solo per citarne alcuni. Altro protagonista assoluto è stato lo sport; ai visitatori è stata data la possibilità, grazie al Villaggio “Sport4Earth” organizzato insieme al CONI, al Comitato Italiano Paralimpico e a numerose associazioni e federazioni sportive nazionali, di praticare più di 30 discipline sportive e conoscere di persona grandi campioni come la campionessa olimpica Valentina Vezzali, l’allenatore della nazionale italiana di pallavolo Gianlorenzo Blengini, l’atleta paralimpica Giusy Versace o il pugile Clemente Russo.

 

Tra i tanti ospiti presenti anche rappresentanti istituzionali, tutti uniti nel rimarcare l’importanza della manifestazione e la necessità di ripristinare un dialogo tra istituzioni e cittadinanza: il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, il sindaco di Roma Virginia Raggi, il portavoce ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile) Enrico Giovannini, il Direttore dell’Alta Scuola dell’Ambiente dell’Università Cattolica Pierluigi Malavasi, l’attore, drammaturgo e scrittore Moni Ovadia.

 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014