23 Maggio 2017
VIVERE GREEN
23 Maggio 2017

Il Comune sostenibile

Santorso in provincia di Vicenza è in gara per il Premio Europeo della Settimana dell'Energia Sostenibile. Si vota online fino al 10 giugno.

Ogni anno la Commissione Europea assegna l'EUSEW Award, un riconoscimento che apre la Settimana Europea dell'Energia Sostenibile, premiando dei progetti locali che rappresentino delle buone pratiche verso la sostenibilità e la conversione alle energie pulite nei paesi dell'Unione. Quest'anno la European Sustainable Energy Week si svolgerà dal 19 e il 25 giugno, e tra i dodici finalisti, scelti tra centinaia di segnalazioni giunte alla giuria del premio, figura anche una candidatura italiana.

Si tratta del Comune di Santorso, piccolo centro della provincia di Vicenza, i cui circa 6.000 abitanti sono stati coinvolti in diversi progetti di efficientamento energetico, abbattimento di emissioni nocive, conversioni a energie alternative, e soprattutto nella promozione e nell'informazione di buone pratiche da applicare anche nel privato. Da circa due anni, con la regia dell'amministrazione comunale, Santorso si è dotato del PAES (Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile) in base al quale ha aperto cantieri, stipulato contratti, dialogato con imprese, aperto sportelli di informazione, organizzato corsi e seminari per i cittadini. Ad esempio, si è costituito un gruppo di acquisto energetico, grazie al quale circa sessanta famiglie si sono messe insieme per acquistare pannelli solari, spuntando anche condizioni più vantaggiose per la fornitura di energia. Un altro intervento previsto dal piano è l'impianto solare-termico e fotovoltaico destinato alla palestra comunale e alla locale scuola San Giovanni Bosco. Altre buone pratiche messe in programma sono l'istituzione del limite di velocità a 30 km orari in tutto il territorio comunale che, oltre a diminuire i pericoli di incidenti, sicuramente contribuirà ad abbassare le emissioni di CO2. Queste ed altre idee, nate dalle discussioni in seno alla comunità, hanno convinto i selezionatori dell'#EUSEW 2017. Sul sito del premio si legge che il "punto forte dell'iniziativa è il fatto che i volontari" che informano la cittadinanza sulle pratiche per risparmiare energia, adottare comportamenti sostenibili, e tutelare l'ambiente, "sono i membri stessi della comunità".

La concorrenza per il premio è nutrita. Il "piccolo" Santorso sembra svantaggiato rispetto a candidature come quella di Bucarest, che ha avviato un programma di efficientamento energetico in un migliaio tra palazzi privati ed edifici pubblici; o come quella di Bornholm, isola danese i cui 40.000 abitanti possono contare su energia totalmente generata da fonti rinnovabili e pulite: eolico, solare e biomasse. Per permettere a Davide di battere Golia chiunque può però contribuire: il premio infatti è soggetto alla valutazione di una giuria, ma è anche in parte deciso dal voto popolare. Si può esprimere la propria preferenza per una delle dodici comunità finaliste, votando online fino al prossimo 10 giugno.

 
 
 
 
 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014