5 Settembre 2018
VIVERE GREEN
5 Settembre 2018

Popolazione mondiale troppo pigra: le donne più inattive degli uomini

Secondo un recente studio di quattro ricercatori OMS, l'attuale inattività fisica rispecchia quella del 2001, e continua ad essere preoccupante: stilato un piano d'azione per migliorare la situazione attuale

L’assenza (o quasi) di attività fisica è una fra le preoccupazioni mondiali che riguardano la salute. Infatti è stato recentemente pubblicato uno studio effettuato da quattro ricercatori dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), che rende noti i nuovi dati esposti su The Lancet Global Health, e che vedono una popolazione globale ancora troppo pigra.

Lo studio ha preso come riferimento i numeri emersi da 358 sondaggi in 168 Paesi con una quantità di partecipanti fra 1 e 9 milioni. I dati sono aggiornati al 2016 ma confermano una tendenza all’inattività fisica che si mantiene più o meno stabile dal 2001.

In evidenza una ‘pigrizia’ soprattutto di genere: le donne sono più inattive degli uomini (31,7% contro 23,4%). Ancora, i più inattivi risultano essere coloro che vivono nei Paesi più ricchi (36,8%) contro il 16,2% degli abitanti dei Paesi a basso reddito.

Secondo gli esperti, di questo passo sarà impossibile raggiungere l’obiettivo di ridurre del 10% l’inattività fisica entro il 2025.

Tra le proposte per migliorare la soluzione attuale, prevalgono l’incoraggiamento ad utilizzare mezzi di trasporto non motorizzati (camminate e biciletta), nonché promuovere ed incoraggiare l’attività fisica sia nei luoghi pubblici che in quelli di lavoro.

L’OMS, inoltre, ha stilato un piano d’azione globale sull’attività fisica 2018-2030, con l’obiettivo di suggerire alcune soluzioni per invertire questa tendenza mondiale alla pigrizia, coinvolgendo soprattutto i fautori delle politiche nazionali.

 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014