Foto: Pixabay.com
Società

CONI ed Earth Day Italia insieme per la sostenibilità

In occasione del IV Fair Play Day, l’annuncio dell’accordo di collaborazione tra l’organizzazione che sostiene i valori dello sport italiano e l’associazione che promuove la sostenibilità ambientale e sociale.

Il Salone d’Onore del CONI del Foro Italico a Roma ha ospitato il VI Fair Play Day. La kermesse è stata organizzata dal Comitato Nazionale Italiano Fair Play (CNIFP), con il patrocinio del CONI, del Ministero della Salute, e da Sport e Salute (l’azienda pubblica che supporta le attività del CONI). L’evento ha celebrato i sessant’anni dai Giochi Olimpici di Roma 1960: ricorrenza slittata di un anno a causa della pandemia del Covid19, come l’edizione delle olimpiadi di Tokyo 2020 disputate la scorsa estate. I giochi romani sono stati rievocati con una mostra di cimeli, inaugurata proprio nel Fair Play Day, dal titolo “Dovere Compiuto” e con il ricordo della figura di Marcello Garroni, Segretario Generale delle olimpiadi del 1960. Tra i presenti da segnalare diversi atleti azzurri di quei giochi: il marciatore Abdon Pamich, medaglia d’oro a Tokyo ’64; il ciclista Livio Trapè, medaglia d’oro della crono a squadre a Roma; il pallanuotista Salvatore Gionta; Daniela Beneck, Luciana Marcellini e Giuseppe Avellone, olimpionici della nazionale di nuoto del ‘60; l’ostacolista Salvatore Morale, bronzo a Tokyo ’64; e il ginnasta Franco Menichelli, campione olimpico a Tokyo ’64. Tra le personalità del mondo dello sport, e non solo: Philippe Housiaux (Presidente dell’European Fair Play Movement); Vito Cozzoli (Presidente di Sport e Salute); Andrea Costa (Sottosegretario al Ministero della Salute); Riccardo Viola (Presidente del CONI Lazio); Svetlana Celli (Presidente dell’Assemblea Capitolina) e Ferdinando Bonessio (Presidente della Commissione Sport di Roma Capitale).

Non si è trattato però soltanto di un evento con lo sguardo rivolto al passato. Nell’occasione sono stati presentati diversi accordi e progetti per il futuro, nell’ottica di una “transizione etica nel sociale” che abbia nello sport un veicolo per promuovere la solidarietà, la salute, la sostenibilità ambientale e la lotta alle forme di violenza. CONI e CNIFP, rappresentati rispettivamente dalla vice presidente Silvia Salis e dal presidente Ruggero Alcanterini, hanno annunciato tra gli altri: l’accordo di collaborazione con Earth Day Italia, siglato con il presidente Pierluigi Sassi; l’accordo per un “codice etico della Fair Play Company”, stretto con Roberto Nardella della Confederazione Italiana dell’Impresa; il progetto di “scuola senza amianto”, presentato con Ezio Bonanni (Osservatorio Nazionale Amianto); l’intesa per la promozione delle scienze motorie nelle scuole primarie, con Daniele Iacò della Confederazione Italiana Scienze Motorie; la collaborazione con l’associazione ARGOS – Forze di Polizia, rappresentata da Gianluca Guerrisi, per il fronte del contrasto alla violenza.

Articoli collegati

I Forestali hanno cambiato l’uniforme ma non la missione

Giuliano Giulianini

Italiani e sostenibilità: più ecologia e attenzione al climate change.

Tiziana Tuccillo

Il prezzo del verde

Isabella Marsala