Andrea Abodi - Istituto Credito Sportivo
Ecologia integrale

Abodi: Così aiutiamo le diocesi a sviluppare i progetti legati alla transizione ecologica

Pierluigi Sassi, presidente di Earth Day Italia, intervista Andrea Abodi, presidente della banca pubblica Istituto per il Credito Sportivo, sul sito dell’Osservatore Romano.

A dispetto delle semplificazioni che spesso se ne fanno, la transizione ecologica non è affatto un tema facile. Il Pianeta ospita quasi 8 miliardi di persone, di cui circa 3 totalmente esclusi dagli attuali sistemi economici e quindi condannati a non sviluppare affatto e vivere nella povertà. Non meno complessa la situazione nelle economie sviluppate e in quelle emergenti, dove la “corsa all’oro” dei mercati internazionali finisce sempre per mettere l’istanza ecologica in subordine a quella economico-finanziaria […]

In questo quadro drammatico e apparentemente irrisolvibile, la Chiesa, come ogni altra realtà religiosa, è chiamata a giocare un ruolo decisivo nella sollecitazione di quella conversione ecologica, senza la quale diventa davvero impensabile fermare questa tragica escalation. […]

Il tema meriterebbe larghi spazi di riflessione e dibattito, ma alla vigilia della Cop26 è anche utile mostrare un piccolo ma costruttivo esempio delle tante sinergie che è possibile sviluppare in questo campo.[…]

Presidente Abodi il suo istituto si è messo al servizio della Piattaforma Laudato si’ per favorire la transizione ecologica delle Diocesi e, attraverso queste, dei territori italiani…
Il nostro ruolo è quello di mettere a disposizione le valide opportunità finanziarie offerte dal governo italiano per favorire la transizione ecologica. Il nostro è un impegno molto concreto che punta al raggiungimento degli obiettivi. Voglio qui rimarcare la differenza fra l’azione e l’enunciazione del principio. Quest’ultimo ci è arrivato dall’enciclica Laudato si’, seguita dalla Fratelli Tutti, e in esse abbiamo trovato la vera bussola che può guidarci nel cambiamento di cui abbiamo urgente bisogno. […]

Cosa può fare la sua banca e cosa possono fare gli aderenti alla Piattaforma Laudato si’?
Nella società ognuno ha il suo ruolo, ma senza collaborazione non si arriva lontano. Nella transizione ecologica è necessario cooperare con tutto il proprio network di riferimento. Fosse stato per me il 17° obiettivo dell’agenda Onu 2030 (Partnership) sarebbe stato al primo posto, perché se l’azione di ognuno è importante, allora l’azione coordinata di molti può essere dirompente. […]

Ma cosa potete fare per le tante agenzie del territorio gestite direttamente dalla Chiesa?
Ci stiamo impegnando affinché questa esperienza sia ricca di testimonianze scaturite direttamente dal Magistero di Papa Francesco. Il sogno è che chiunque abbia a che fare con l’infrastruttura che abbiamo efficientato possa leggervi la testimonianza evidente dell’enciclica Laudato si’. […]

Leggi l’articolo completo pubblicato dall’Osservatore Romano

 

Articoli collegati

Non si può prescindere dalla condivisione

Pierluigi Sassi

Le emozioni che generano il cambiamento

Pierluigi Sassi

La conversione ecologica ha radici profonde nella Sacra Scrittura

Giuliano Giulianini

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Cliccando su “Abilita cookie”, acconsenti all’uso dei cookie. Non abilitando i cookie alcune funzionalità del sito risulteranno inutilizzabili. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie e Privacy policy