Ecosistema Interviste

Franco Arminio: ripopolare i borghi con politiche e visione poetica

Il Ministro della Cultura Dario Franceschini, di recente ha designato Procida come “Città capitale della cultura” per il 2022. È la prima volta che un piccolo comune diventa simbolo della cultura italiana. La comunità di circa 10 mila persone che vive sull’Isola tra Napoli e Ischia, secondo le motivazioni del…

Il Ministro della Cultura Dario Franceschini, di recente ha designato Procida come “Città capitale della cultura” per il 2022. È la prima volta che un piccolo comune diventa simbolo della cultura italiana.
La comunità di circa 10 mila persone che vive sull’Isola tra Napoli e Ischia, secondo le motivazioni del Ministro: “Potrebbe rappresentare un modello per i progetti sostenibili e di sviluppo culturale delle realtà isolane e costiere del paese”. Franceschini ha anche aggiunto che questo “progetto è capace di trasmettere un messaggio poetico.”

Appunto un poeta è Franco Arminio. Scrittore e “paesologo”, Arminio vive e lavora a Bisaccia, dove è nato, un paese di circa 4 mila abitanti in Irpinia. Gran parte della sua vita e delle sue opere sono dedicate alla salvaguardia della cultura dei piccoli centri, dei paesi dell’entroterra che, dal dopoguerra in poi si sono inesorabilmente spopolati. Le ragioni di questo fenomeno sono molte e diverse per i vari periodi: l’emigrazione all’estero o in altre regioni in cerca di lavoro; i maggiori sevizi e le possibilità di studio che offrono le città; non ultime purtroppo le catastrofi naturali, come terremoti e alluvioni che colpiscono i territori fragili e che disgregano in un attimo comunità antiche di secoli. Arminio, con la poesia e la sua testimonianza di vita, promuove quei valori e quei benefici che ancora oggi solo le piccole comunità possono regalare, e che sono quasi introvabili nelle grandi città: la solidarietà e il vicinato tra le persone; la memoria della comunità; la vicinanza con la natura; il passato condiviso.

Versione integrale dell’intervista trasmessa da Radio Vaticana Italia nel programma “Il Mondo alla Radio” dell’8 aprile 2021.

Articoli collegati

Pasini (CNR): “Dalla COP26 di Glasgow ci aspettiamo impegni più ambiziosi”

Giuliano Giulianini

Violenza sulle donne: la radice è nella nostra cultura

Giuliano Giulianini

Chi protegge la Natura?

Giuliano Giulianini

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Cliccando su “Abilita cookie”, acconsenti all’uso dei cookie. Non abilitando i cookie alcune funzionalità del sito risulteranno inutilizzabili. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie e Privacy policy