Ecosistema

L’estremo che non supera il limite

Omar Di Felice, ciclista estremo, ha raggiunto l’Everest attraversando l’Himalaya in bicicletta, senza il supporto di mezzi motorizzati al seguito.

Omar Di Felice è un ex ciclista professionista che si è dedicato ad imprese “estreme”: in bicicletta ha percorso il deserto del Gobi, l’Alaska; è arrivato a Capo Nord; ha fatto il giro dell’Islanda; e il mese scorso, sempre in pieno inverno, ha attraversato l’Himalaya: 19 giorni per percorrere 1300 km e superare dislivelli per 34000 metri totali, fino a raggiungere il campo base dell’Everest. Della sua esperienza colpisce il rispetto per i luoghi naturali e il basso impatto ecologico delle sue imprese, che ultimamente realizza senza l’accompagnamento di mezzi di appoggio come è tipico di altri atleti estremi.

Versione integrale dell’intervista trasmessa da Radio Vaticana Italia nel programma “Il Mondo alla Radio” dell’8 aprile 2021.

Articoli collegati

L’Italia ciclabile è al bivio. La metà di chi va in auto in città potrebbe andare in bici.

Giuliano Giulianini

Vivi la tua scuola

Giuliano Giulianini

Prampolini (WWF): Luci e ombre del PNRR

Giuliano Giulianini

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Cliccando su “Abilita cookie”, acconsenti all’uso dei cookie. Non abilitando i cookie alcune funzionalità del sito risulteranno inutilizzabili. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie e Privacy policy