Foto: Pixabay.com
Ecosistema Interviste

Io salvo il pianeta

Il meteorologo Guido Caroselli e la giornalista Raffaella Costa firmano un manuale illustrato che, con dovizia di dati e riferimenti scientifici, elenca tutte le emergenze ambientali del pianeta, e suggerisce al lettore “100 (+1) buone azioni quotidiane che ognuno di noi può fare per salvare la Terra”.

La copertina del libro “Io salvo il pianeta”

IO SALVO IL PIANETA. 100+1 buone azioni quotidiane che ognuno di noi può fare per salvare la Terra”: è il titolo di un libro presentato di recente dall’editore Typimedia. Il libro è per metà una carrellata di tutti i maggiori problemi ambientali del pianeta; per l’altra metà una raccolta di consigli pratici per fare la nostra parte nel risolvere quei problemi. Si va dall’incremento demografico alle minacce alla biodiversità; dal dissesto idro-geologico all’impari distribuzione di cibo e acqua sul pianeta; dall’inquinamento atmosferico a qualcosa che abbiamo dimenticato, ma resta ancora un problema irrisolto: l’assottigliamento dello strato di ozono. Il valore del volume sta nell’attualità dei dati riportati, aggiornati agli ultimi studi e rapporti internazionali sul clima, sul riscaldamento globale, sui rifiuti, sui consumi, sull’inquinamento dei mari e così via. Il lettore può quindi farsi in pochi minuti un’idea generale su ognuno dei problemi di cui sente parlare dai media, a scuola o in società; in questo aiutato dalle numerose grafiche di Marco Giannini e Massimo Manzi, che riassumono i singoli argomenti in un colpo d’occhio. Dopo aver inquadrato il problema, il lettore trova poi anche i consigli per contribuire a risolverlo.

Approvvigionamento energetico, inquinamento dei mari, riscaldamento globale, sovrappopolamento… potrebbero sembrare problemi troppo grandi per i singoli, e risolvibili soltanto con le politiche internazionali; Ma la tesi degli autori è che ogni azione quotidiana conta, non solo per dare l’esempio ma anche per risolvere i problemi.  Ad esempio, informa il manuale, alzare di soli 2 gradi il termostato in estate e abbassarlo degli stessi 2 gradi in inverno, evita l’immissione in atmosfera di una tonnellata di anidride carbonica. Parlando poi di macro economia, ognuno di noi può incidere scegliendo come investire i propri risparmi. Ci sono dei fondi denominati ISR (Investimenti Socialmente Responsabili) che garantiscono agli investitori di finanziare solo imprese e progetti eticamente irreprensibili, che ad esempio non riguardino l’industria delle armi, o produzioni incompatibili con l’ambiente e la salute umana. È un settore in crescita: nell’ultimo anno, si legge nel libro, il mondo ha investito oltre 30 trilioni di dollari in questi fondi etici, il 34% in più rispetto all’anno precedente.

Una grafica tratta dal libro: “Io salvo il pianeta”

Alcune delle “buone azioni” elencate sono già note al grande pubblico, per essere citate spesso come buone pratiche di sostenibilità: staccare le spine degli elettrodomestici quando non si usano; utilizzare meno l’auto e più i mezzi pubblici; o chiudere il rubinetto quando ci si spazzola i denti. Ma, tra le pagine, ci sono decine di altri consigli meno scontati e a volte sorprendenti: ad esempio si apprende che cancellare le vecchie email dalla casella di posta permette di risparmiare emissioni nocive, generate dai dati conservati per anni nei server. In realtà, tutta la nostra attività sul web genera il 4% delle emissioni di CO2 in atmosfera. Un’ora di videochiamata può arrivare ad emettere un chilo di anidride carbonica; farla solo in audio, senza il video, riduce le emissioni del 96%. Un altro consiglio per la quotidianità è asciugare i panni all’aria, invece che usare l’asciugatrice. Questo gesto può ridurre di due terzi il consumo della lavatrice di casa, che per asciugare il bucato consuma il doppio dell’energia usata per lavarlo.

Abbiamo Intervistato i due autori del libro sulla scelta editoriale e sull’approccio con cui hanno voluto affrontare questi argomenti. Di seguito le versioni integrali delle interviste a Raffaella Costa, giornalista e consulente editoriale di Typimedia, e Guido Caroselli, storico meteorologo di Rai Uno e divulgatore scientifico, trasmesse nella rubrica settimanale di Earth Day Italia “Ecosistema”, ospitata nel programma “Il Mondo alla Radio” di Radio Vaticana Italia.

00:00
Raffaella Costa

Ascolta la versione integrale dell’intervista di Giuliano Giulianini a Raffaella Costa.

Guido Caroselli

Ascolta la versione integrale dell’intervista di Giuliano Giulianini a Guido Caroselli.

Articoli collegati

Emozioni per il cambiamento: una mostra per “curare l’anima”

Giuliano Giulianini

Sebastiano Somma: per l’ambiente il mio impegno di uomo comune

Giuliano Giulianini

Birdgarden: la Natura (quella vera) sul balcone di casa

Giuliano Giulianini