Immagine dal CNSAS - Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico.
Cambiamento Climatico

La tragedia della Marmolada insegna qualcosa?

Dalla tragedia della Marmolada , una riflessione per la campagna “Chiudiamo la forbice”   Il climate change e quegli eventi “imprevedibili” sempre più probabili «La tragedia della Marmolada ci lascia sgomenti e addolorati per la perdita di vite umane. Solidarietà alle famiglie delle vittime. Ancora una volta un campanello d’allarme,…

Dalla tragedia della Marmolada , una riflessione per la campagna “Chiudiamo la forbice”

 

Il climate change e quegli eventi “imprevedibili” sempre più probabili

«La tragedia della Marmolada ci lascia sgomenti e addolorati per la perdita di vite umane. Solidarietà alle famiglie delle vittime. Ancora una volta un campanello d’allarme, che ci ricorda che la sostenibilità è un’urgenza assoluta. Il cambiamento climatico è sotto gli occhi di tutti e miete sempre più vittime. Ogni anno muoio 7 milioni di persone solo per l’inquinamento dell’aria e l’OMS ci informa che si prevedono incrementi di 250mila vittime ogni anno. Occorre un nuovo patto globale per il clima che sia vincolante per tutti e che metta al primo posto la vita e la felicità umana»

Con queste parole il presidente di Earth Day Italia Pierluigi Sassi ha commentato per l’ADN Kronos quanto occorso lo scorso 3 luglio quando un serracco si è staccato dal ghiacciaio della Marmolada travolgendo gli escursionisti a valle, causando 11 vittime.

La tragedia della Marmolada scalda i cuori dell’opinione pubblica e scuote le coscienze delle istituzioni che oggi si impegnano a lavorare perché una simile sciagura non abbia a ripetersi. Sebbene l’evento in sé (il distacco di un serracco) sia per sua natura difficilmente prevedibile, tuttavia non si può ignorare come esistano delle condizioni che lo rendano più probabile.

……..

Fa impressione vedere le mappe interattive che in questi giorni gli organi di informazione stanno proponendo e che mostrano quanto nel giro di poche decine di anni il perimetro del ghiacciaio si sia ridotto, indicatore di uno scenario ben più preoccupante che racconta, come segnala il WWF analizzando il Catasto dei ghiacciai italiani, di una riduzione complessiva della superficie dei ghiacciai nostrani dai 609 km2 del 1989 agli attuali 368 km2.

……..

Piccoli grandi segnali di un quadro che a livello globale desta sempre più preoccupazione come ha evidenziato il rapporto sullo “Stato del Clima Globale 2021” recentemente diffuso dall’Organizzazione Meteorologica Mondiale che riporta come nel 2021 diversi degli indicatori chiave per descrivere il cambiamento climatico abbiano raggiunto livelli record.

…….

Leggi l’articolo completo sul sito di Chiudiamo la forbice

Articoli collegati

Drought Day: desertificazione e siccità in aumento. Italia a rischio.

Tiziana Tuccillo

Rischi ambientali: un master della Cattolica per i professionisti del settore

Tiziana Tuccillo

Pasini: Gestire l’inevitabile, evitare l’ingestibile

Giuliano Giulianini