Innovazione

Nautica sostenibile

Un bando del Politecnico di Torino finanzia progetti per la blue economy nell’ambito degli sport acquatici. I vincitori saranno ospitati nell’Innovation Village in occasione della finale dell’Ocean Race 2023 di Genova.

“Call for innovation – lo sport nella blue economy” è un bando elaborato dal Politecnico di Torino in collaborazione con il Comune di Genova, Job Centre e Fondazione Compagnia di San Paolo, e The Ocean Race Genova The Grand Finale 2022-2023. Il bando nasce con l’idea di trovare soluzioni di tecnologia e sostenibilità nell’ambito degli sport nautici per salvaguardare l’ambiente in un’ottica di blue economy: il modello di economia dedicata alla protezione dell’ecosistema marino. cerca soluzioni innovative per la sostenibilità marina.

Gli ambiti nei quali le proposte devono concentrarsi sono tre: soluzioni che valorizzino le risorse della costa e del mare, favorendo l’accessibilità e la fruibilità degli spazi; materiali nautici, che devono essere innovativi e sostenibili; e l’energia, con attenzione alla propulsione green ed elettrica.  Il bando è scaricabile dal sito genovabluedistrict.com. La scadenza è fissata al 4 settembre. Ai progetti che riusciranno ad accedere al programma di sostegno sarà garantito un contributo economico a fondo perduto dai 40.000 ai 200.000. Oltre al contributo economico I3P, l’incubatore del Politecnico di Torino, offrirà un servizio di accompagnamento imprenditoriale e un servizio di supporto alla comunicazione per la partecipazione all’Innovation Village.

Dal 24 giugno al 2 luglio 2023, infatti sarà allestito un Padiglione dell’innovazione nel Genova Blue District in occasione dell’arrivo in Liguria della tappa finale della regata “The Ocean Race”. Il capoluogo ospiterà infatti “The Grand Finale”, atto conclusivo della più famosa regata intorno al mondo con equipaggio.

Articoli collegati

Italia, Israele: storia, cultura, ambiente e tecnologia

Giuliano Giulianini

A scuola di edilizia sostenibile con ENEA

Isabella Marsala

Impatta4Equity: progetti sostenibili ispirati alla Laudato Si’

Redazione